Controlli della Polfer nelle stazioni: 5 arresti e 8 indagati

Ecco il bilancio dell'ultimo weekend in Campania

controlli della polfer nelle stazioni 5 arresti e 8 indagati

Nell'ultimo weekend  il compartimento di polizia ferroviaria per la Campania, diretto dal Questore Michele Maria Spina ha intensificato le misure di osservazione e vigilanza e rafforzato i dispositivi di sicurezza già disposti negli scali ferroviari, in particolare quelli di  Napoli Centrale e di Campi Flegrei, al fine di garantire l’ordinato svolgimento del servizio ferroviario in occasione della cerimonia di chiusura della  XXX edizione delle Universiadi Estive, sottoponendo a controllo  circa 2.500 persone.

5 gli arrestati  e 8 le persone indagate per la presenza irregolare sul territorio nazionale e per l’inottemperanza al  foglio di via obbligatorio, al divieto di ritorno e all’ordine dell’autorità.

In particolare, nel tardo pomeriggio di ieri, nel corso del suddetto dispositivo di sicurezza, gli agenti della Polizia Ferroviaria in servizio nella stazione di Napoli Centrale sono stati allertati da alcuni viaggiatori  per una  rissa in atto su un marciapiede esterno dello scalo ferroviario.

I poliziotti intervenuti hanno dovuto faticare non poco per dividere i quattro contendenti, tre indiani e un marocchino, che si stavano picchiando violentemente, tanto che, per uno di loro,  è stato necessario il ricorso alle cure del 118 per le ferite riportate.

Nel corso della colluttazione infatti un corrissante  si è armato con una bottiglia di vetro che ha poi spaccato in testa al marocchino, procurandogli una ferita lacero contusa.

I tre indiani coinvolti nella violenta rissa sono stati quindi arrestati e condotti in ufficio per gli adempimenti di rito, mentre per il marocchino le manette sono scattate al ritorno dall’ospedale. Nel corso dei successivi controlli in banca dati è emerso che erano tutti irregolari  sul territorio nazionale ed i quattro sono stati anche denunciati per la legge sull’immigrazione.  Sottoposti a giudizio con rito direttissimo odierno sono stati condannati a 4 mesi di reclusione.  

Sempre nel fine settimana,  un quarantaseienne pluripregiudicato campano, ha aggredito  il personale ferroviario impegnato nelle verifiche dei titoli di viaggio e nel contrasto dell'evasione tariffaria nella stazione di Napoli Piazza Garibaldi. Il viaggiatore era privo di recapito di viaggio e all’atto del controllo, nel tentativo di oltrepassare il  varco  di accesso all’area dei binari di arrivo/partenza dei treni, ha colpito con una testata al volto un operatore di protezione aziendale addetto alla controlleria, procurandogli un trauma contusivo.

Fermato dagli agenti della Polizia Ferroviaria è stato sottoposto agli arresti domiciliari  per resistenza, violenza, minaccia a pubblico ufficiale e lesioni.