Il Napoli al cospetto della Dea con orecchio attento ai cori

Dirigerà Giacomelli che monitorerà con grande attenzione l'aspetto ambientale

il napoli al cospetto della dea con orecchio attento ai cori

Posticipo non certo facile per il Napoli di Carlo Ancelotti che proverà questa sera a tenere parzialmente aperto il discorso scudetto sul campo dell'Atalanta. Gli azzurri intendono dar seguito all'ottima prestazione in Champions ma storicamente le sfide all'Atleti Azzurri d'Italia sono molto ostiche, da sempre. Dirigerà il signor Giacomelli che avrà anche il compito di monitorare con grande attenzione l'aspetto ambientale. Il designatore Rizzoli è stato chiarissimo: ci vuole intransigenza nel valutare eventualmente i cori razzisti. D'altro canto il Napoli ha dichiarato apertamente l'intenzione di abbandonare il campo qualora dagli spalti dovessero aver inizio i soliti cori ingiuriosi contro la napoletanità.  

Per i nerazzurri orobici è un momento molto prolifico della stagione: hanno realizzato 16 gol nelle ultime cinque partite di Serie A (3.2 di media a match) mentre ne aveva segnati solo due nelle precedenti sei. L’Atalanta è anche la squadra ad aver segnato più gol con i difensori in questa Seire A (10) - il Napoli è invece una delle tre a non aver ancora segnato con giocatori del reparto difensivo. In chiave Napoli statistica particolare riguardante Insigne: tra le squadre affrontate almeno cinque volte in Serie A, l’Atalanta è l’unica contro cui l’attaccante napoletano non ha mai trovato il gol (10 presenze). Gli azzurri sono reduci dallo 0-0 col Chievo e non pareggiano due partite di fila nel massimo campionato dal febbraio 2016.

Gasperini rinuncerà a Ilicic squalificato e all'indisponibile Barrow. In attacco alle spalle dell'ex Duvan spazio quindi a Rigoni ed al Papu Gomez. A centrocampo Hateboer e Gosens agiranno ai lati con De Roon e Freuler al centro. In difesa non è al meglio Toloi e quindi maglia da titolare per Mancini nel terzetto con Palomino e Masiello.

Dal canto suo Carlo Ancelotti potrebbe recuperare Raul Albiol dal fastidio alla caviglia e confermarlo in coppia con Koulibaly. In questo modo Maksimovic tornerebbe a disposizione per il ruolo di terzino destro con Mario Rui a sinistra. A centrocampo Allan e Hamsik con Fabian a sinistra ed a destra Callejon, ma non si esclude la qualità di Zielinski per avere un altro giocatore di qualità per superare le marcature a uomo di Gasperini. In attacco Mertens è nettamente favorito su Milik per affiancare Insigne.

Ecco di seguito le probabili formazioni:

ATALANTA (3-4-2-1): Berisha; Mancini, Palomino, Masiello; Hateboer, De Roon, Freuler, Gosens; Rigoni, Gomez; Duvan. A disposizione: Gollini, Rossi, Djimsiti, Toloi, Bettella, Adnan, Castagne, Valzania, Pessina, Reca, Pasalic, Tumminello. All. Gasperini.

NAPOLI (4-4-2): Ospina; Maksimovic, Albiol, Koulibaly, Mario Rui; Callejon, Allan, Hamsik, Fabian; Mertens, Insigne. A disposizione: Karnezis, Meret, Malcuit, Luperto, Hysaj, Ghoulam, Diawara, Rog, Zielinski, Younes, Milik. All. Ancelotti.

ARBITRO: Giacomelli (Vivenzi-Alassio, IV: Doveri, VAR: Irrati, AVAR: Lo Cicero)