Un gabbiano si ciba di un topo morto sul Corso

Degrado in centro. I residenti insorgono

un gabbiano si ciba di un topo morto sul corso
Salerno.  

Un gabbiano ha cercato di cibarsi di un topo morto proprio nel centralissimo Corso Vittorio Emanuele di Salerno. E' successo nel primo pomeriggio di oggi, tra lo stupore e il disappunto dei passanti. Una scena degradante che evidenzia ancora una volta l'emergenza ratti in città. “Topo morto sul Corso Vittorio Emanuele, povera città cosa ti hanno fatto...”, scrive sulla sua pagina Facebook il consigliere dei Giovani Salernitani - Dema, Dante Santoro.

“Ormai siamo invasi. Andrò personalmente all' ASL e sono pronto a fare sit-in di protesta se continuerà il letargo chi dovrebbe governare la salute pubblica, al Comune sarebbe il sindaco in teoria.... sindaco se ci sei batti un colpo”, conclude Dante Santoro. Da settimane si susseguono i casi di denunce per la presenza dei roditori nel capoluogo. Alcuni giorni fa un ratto uscì dal water di un'abitazione in uno stabile della centralissima Piazza San Francesco.

Casi analoghi si sono ripetuti anche nei giorni scorsi in due abitazioni di Matierno, rione collinare di Salerno. A segnalarlo proprio alcune famiglie che si sono viste i roditori in casa. È accaduto in uno stabile in via Roberto Mazzetti.

I residenti hanno raccontato che i ratti sarebbero entrati nelle abitazioni passando dal w.c.. Esasperati gli abitanti delle zone interessate dagli avvistamenti dei roditori si sono rivolti ancora al sindaco di Salerno Vincenzo Napoli perché intervenga con urgenti disinfestazioni e derattizzazioni in città e nelle zone collinari e periferiche. Un allarme igienico che preoccupa sempre di più le famiglie e che offre una brutta immagine della città.

Lo stesso Dante Santoro ha più volte chiesto all'amministrazione derattizzazioni immediate, denunciando più volte l'allarme e l'emergenza per la salute pubblica che i roditori causerebbero su tutto il territorio.

Sara Botte