Rita, una campana con Salvini: "Io la donna più invidiata"

La 26enne di Battipaglia scelta per il promo di Vinci Salvini

rita una campana con salvini io la donna piu invidiata

La ragazza racconta: è uno come noi, non lo noti neanche che è ministro'

Campana e bellissima. E’ Rita Serritiello, 26enne originaria di Battipaglia, una dei quattro personaggi che compaiono alle spalle di Matteo Salvini nel video che promuove “Vinci Salvini”, il concorso lanciato dal ministro dell’Interno che consente di vincere un caffè con il leader della Lega mettendo semplicemente dei “Like” ai suoi post sui social.

Per gli amici è semplicemente “Rituccia” e, a quanto dice a Adnkronos, è “la donna più odiata e invidiata”. Perché la giovane, 26enne campana, è alla sinistra di Salvini nel video del concorso lanciato dal vicepremier la scorsa settimana. Rita racconta anche che “Salvini è uno come noi, uno molto disponibile, non lo noti neanche che è ministro...”.

Sorridente e emozionata Rita Serritiello compare nel video che ha totalizzato migliaia e migliaia di visualizzazione in poco tempo.Uno spot guardato due milioni di volte in soli quattro giorni.

Per girare lo spot di “Vinci Salvini” è stata contattata dallo staff del ministro ed ha trascorso con lui e le altre tre comparse un’intera giornata a Roma. Nel 2018 la giovane battipagliese aveva partecipato alla prima edizione del concorso e aveva già vinto una foto con Salvini e una sua telefonata.

Nella lunga intervista concessa a Adnkronos racconta dello staff di Salfini “è gente meravigliosa, che fa bene il proprio lavoro, non sono persone ‘montate di testa’. Ho poi notato che sono solo uomini, una cosa che mi sono spiegata pensando che magari è meglio, così non rischia di avere tutti i problemi che ha avuto Berlusconi“. E proprio riguardo al politico di Arcore, ammette di aver votato per lui in passato e di averlo visto in Costa Smeralda, “ma – precisa a Adnkronos – non sono mai andata alle sue feste“.

Rita Serritiello è stata anche ospite di Maria De Filippi “Uomini e Donne”.