Salerno Pride 2019: ecco il calendario degli eventi

Si parte venerdì 17 maggio

salerno pride 2019 ecco il calendario degli eventi
Salerno.  

“Nell’anno in cui ricordiamo i 50 anni dall’inizio dei movimenti di rivendicazione dei diritti delle persone omosessuali e transessuali abbiamo scelto di dare inizio al calendario degli eventi del Salerno Pride in occasione della Giornata Mondiale di contrasto all’omobitransfobia con uno spettacolo teatrale, intenso ed emozionante, che possa avvicinare anche chi ha poche conoscenze del tema. Mai come oggi abbiamo bisogno di parlare di razzismo, discriminazioni e linguaggi d’odio. Tutto il calendario del Pride avrà questo filo rosso”. Così il presidente di Arcigay Salerno, Francesco Napoli, a nome della rete di organizzazioni della manifestazione, annunciando il calendario delle iniziative del Pride di Salerno. Si parte venerdì 17 maggio, quando alle ore 21 presso il Teatro Nuovo in Via Valerio Laspro a Salerno si terrà lo spettacolo di e con Antonio Grimaldi (compagnia il Grimaldello) dal titolo “Bianco. Rosso. Nero” e si concluderà con il consueto concerto del primo giugno sulla spiaggia di Santa Teresa. Il Corteo avrà luogo sempre sabato primo giugno con il concentramento presso Piazza Ferrovia alle ore 18,00 e che attraverserà il corso cittadino e poi il lungomare per terminare sull’arenile di Santa Teresa.

“Saranno giorni di riflessione ma anche e soprattutto giorni di festa - ha proseguito Napoli - per svegliare le nostre comunità e ribadire l’esigenza di difendere e presidiare diritti e tutele per tutte e tutti”. La piattaforma politica del Pride, dal titolo “Memoria Presente” ribadisce istanze trasversali: dai diritti e dalla richiesta di tutele ed uguaglianze per le persone lgbti+, alla parità e tutela per le donne, quelle vittime di violenza ma non solo; dal diritto allo studio ed alla formazione al diritto alla salute ed all’accesso ai servizi; dalle tutele nel mondo del lavoro alla difesa dell’ambiente fino ad un serrato contrasto alle illegalità e ad un chiaro riferimento all’antifascismo ed al contrasto alle mafie. “Un ringraziamento speciale a tutte e tutti quanti si sono impegnati ed hanno lavorato in questi mesi all’organizzazione del Salerno Pride, come pure all’amministrazione comunale e provinciale per il sostegno – ha proseguito il Presidente Francesco Napoli – ed alla rete di associazioni, movimenti, gruppi che hanno dato vita alla manifestazione e che fin dallo scorso anno sono impegnate in un percorso comune che ci ha visti insieme, per la seconda volta quest’anno, nell’itinerario che ha idealmente unito l’8 marzo, il 25 aprile, il primo maggio ed oggi ci vede in cammino verso il Pride. Un ringraziamento agli artisti ed ai professionisti che hanno dato il loro impegno gratuitamente al servizio dei valori e delle istanze del Salerno Pride”.

Non sono stati ancora svelati i nomi più importanti che saranno presenti sabato primo giugno. Per ora dall’organizzazione comunicano i nomi dei partecipanti al grande concerto che si terrà dalle 21 di sabato primo giugno sul palco di Santa Teresa. Si esibiranno: C’Amma Funk, The Blue Channel, Batida Musica Brasileira, Rebel in the garden. Tra gli ospiti già annunciati del Pride salernitano, Rebecca De Pasquale, eroina transgender del Grande Fratello 14, ma soprattutto originaria di Eboli e vicina alle istanze della comunità lgbti+. Nota al grande pubblico non solo per la sua partecipazione televisiva, ma anche per la sua attività sui social, Rebecca sarà a Salerno per il corteo e saluterà la manifestazione dal palco di Santa Teresa. Il calendario del Pride vedrà impegnati anche altri artisti salernitani ed in particolare spicca la presenza di Antonello De Rosa che con il suo Jennfer sarà protagonista presso l’Auditorium del Centro Sociale di Salerno Domenica 26 maggio alle ore 21,00. Indiscrezioni parlano di un nome della politica nazionale che dovrebbe sbarcare a Salerno nei giorni del Pride, ma per ora nulla trapela di certo e tutto è rimandato ai prossimi giorni ed alla Conferenza Stampa ufficiale prevista per il prossimo 30 maggio presso la Sala del Gonfalone del Comune di Salerno.