Dentista trovato morto, 1 sparo alla nuca,2 i colpi di pistola

La tragedia del dottore Ugo Masucci. Domani continua l'autopsia

dentista trovato morto 1 sparo alla nuca 2 i colpi di pistola
Avellino.  

Un colpo di pistola alla nuca. Due gli spari esplosi da quell'arma. Sono gli unici elementi emersi nelle ultime ore, sulla tragica morte di un noto professionista ad Avellino. E' giallo fitto sulla morte del medico dentista, Ugo Masucci. 

Sono due i bossoli esplosi dalla pistola del dottore odontoiatra, ritrovato morto nella sua villa di Contrada Archi. Uno quello ritrovato dagli inquirenti. Massimo riserbo sulle indagini che vanno avanti da quasi due giorni. 

Ma le prime risposte si avranno soltanto domani mattina, quando sarà completato l'esame autoptico condotto dal medico legale Carmen Sementa. Oggi la prima autopsia sul corpo della vittima, durata circa tre ore, ma che purtroppo per il momento non scioglie alcun dubbio. Nessuna indiscrezione trapela. Si attente il completamento degli esami e degli accertamenti come lo stub, che potrebbe chiarire se nelle ultime ore, prima di essere ritrovato morto, il dottore Masucci abbia impugnato un'arma e sparato. In tanti non credono all'ipotesi di un suicidio. Molte le persone che conoscevano il professionista scartano seccamente l'ipotesi di un suicidio. Potrebbe essersi trattato di una rapina finita in tragedia. Il corpo del medico è stato trovato nei pressi dell'ingresso di casa, in una pozza di sangue. Masucci indossava il cappotto. Lo ha trovato così sua figlia, quando ha allertato i soccorsi lunedì mattina.

Il 73enne sarebbe rientrato a casa domenica sera e potrebbe essersi trovato di fronte dei ladri. Gli esami sulla salma sono volti a stabilire se ci siano segni di colluttazione. Resta il fatto che nella villa non sembrano esserci segni di effrazione, la porta di casa al momento del ritrovamento dell'uomo era socchiusa. Tutti elementi che messi insieme non rivelano chiaramente la dinamica di un decesso che resta avvolto nel mistero fitto.