Avellino, giù da un muretto: muore 54enne | FOTO

Dramma in via Tagliamento

avellino giu da un muretto muore 54enne foto
Avellino.  

di Simonetta Ieppariello

Aggiornamento ore 17: Da un primo esame esterno sul cadavere di Gerardo Ricciardelli, il 54enne trovato morto in via Tagliamento, pare che il decesso risalga a diverse ore prima dal rinvenimento.

A far scattare l’allarme sarebbero stati dei giardinieri impegnati nelle operazioni di pulizia dell’area verde, che si estende al di sotto della strada che collega contrada Baccanico con il Tribunale. Stavano ripulendo l’erba sotto il muretto prospiciente la zona garage delle palazzine Giulivo, quando si sono imbattuti nel corpo senza vita dell’operaio 54enne intorno alle ore 14. Almeno dodici le ore dalla morte. Questa una primissima indiscrezione. Intanto sul posto è arrivato il magistrato di turno Russo. La salma è sotto sequestro e sarà trasferita all’ospedale San Giuseppe Moscati.

ORE 15,30: Dramma ad Avellino per la morte di un 54enne di Summonte. Si sarebbe trattato di un tragico incidente. Questa la primissima ipotesi degli inquirenti. Secondo una prima ricostruzione, l'uomo sarebbe caduto da un muretto in via Tagliamento. Un volo di alcuni metri terminato alle spalle della strada che porta al Tribunale. Scattato l'allarme, sul posto sono accorsi i carabinieri e il 118. Inutili, purtroppo, i soccorsi. I sanitari non hanno potuto fare altro che constatare il decesso dell’uomo.

Ma al momento nessuna ipotesi viene tralasciata dagli investigatori. Resta infatti da capire se si sia trattato di un incidente o di altro.

Strazianti le scene all'arrivo dei familiari della vittima, Gerardo Ricciardelli, un operaio che lavorava al Nord, e che era rientrato ad Avellino per far visita ai parenti. Ricciardelli ogni due settimane tornava in città per far visita ai familiari. Non aveva figli e da tempo lavorava come operaio della Sirte a Treviso. 

Tante le polemiche dei residenti in zona che lamentano, da tempo, la scarsa sicurezza del muro che da su uno strapiombo di diversi metri sulla zona garage del complesso residenziale che insiste alle spalle di piazzale Marsico. Molti amici e conoscenti hanno assistito ai rilievi. Un dramma senza fine. Lo conoscevano tutti in zona. Da tempo frequentava una comitiva che si riuniva proprio nella zona Tribunale.

 

 

 

IN AGGIORNAMENTO