Raffica di furti d'auto, cresce l'allarme in città

In azione bande specializzate del napoletano. C'è la pista del traffico d'auto vendute all'estero

raffica di furti d auto cresce l allarme in citta
Avellino.  

Furti di auto in città, cresce l’allarme ad Avellino. Bande specializzate arrivano dal napoletano e fanno razzia di vetture, soprattutto quelle di grossa cilindrata. Decine le denunce che arrivano ogni giorno alle forze dell’ordine. E’ solo dell’altro ieri la segnalazione alla polizia di un furto di un Suv, avvenuto in pieno giorno nei pressi di un’abitazione di via Morelli e Silvati. Sono bastati pochi minuti alla banda, probabilmente di origine straniera e proveniente dal napoletano, per aprire la vettura e fuggire via senza lasciar traccia. Nello stesso giorno, un’altra macchina è stata rubata nei pressi del mercato bisettimanale.

Gli agenti della questura di via Palatucci hanno visionato le telecamere presenti in città. Secondo le prime indagini la banda è stata anche individuata, mancherebbero  ulteriori elementi utili per incastrarla. Delle vetture, però, ancora nessuna traccia.

Gli investigatori stanno seguendo anche la pista del mercato di auto rubate vendute all’estero. A febbraio scorso i carabinieri hanno sgominato una banda che rubava auto nel napoletano e le rivendeva con targhe false all’estero. Diverse vetture di lusso e autoarticolati sono stati ritrovati in Spagna dalla Guardia Civil. La banda non rubava solo piccole auto o utilitarie, ma era specializzata anche nel furto di auto lussuose e di autoarticolati per il trasporto di merci. Una volta avvenuto il furto, la banda provvedeva al cambio di targa, alla contraffazione dei documenti, e a punzonare il telaio. La guardia civil, infatti, ha ritrovato un suv, un Range Rover Evoque, con telaio punzonato: un segno di riconoscimento, una firma, che il furto fosse ad opera della banda che si muoveva nel napoletano. La stessa auto, guarda caso, rubata nel centro di Avellino.