Nuovo clan Partenio, chiesti 58 anni di reclusione

La richiesta del pm della Dda Simona Rossi per 4 dei 27 indagati, che hanno chiesto l'abbreviato

nuovo clan partenio chiesti 58 anni di reclusione
Avellino.  

Sono pesanti le richieste di condanna per 4 dei 27 imputati nel processo sul Nuovo Clan Partenio.  Il sostituto procuratore della Dda di Napoli, Simona Rossi ha chiesto 20 anni di reclusione per Filippo Chiauzzi, 18 anni per Elpidio Galluccio, 10 anni per ciascun fratello Ferdinando e Nando Pasquale Bianco. 

I 4 hanno chiesto di essere giudicati con il rito abbreviato. Le prossime udienze sono fissate al 3 e 9 dicembre per la discussione degli avvocati difensori, Carmine Danna, Quirino Iorio Gerardo Santamaria e Domenico Dello Iacono.  

E’ l’inchiesta condotta dalla Dda di Napoli sul clan Partenio che vede alla sbarra i fratelli Pasquale e Nicola Galdieri, ritenuti a capo dell’organizzazione malavitosa irpina, insieme ad altre persone. Nelle oltre mille pagine di ordinanza cautelare è evidenziato lo spessore criminale del clan diretto dai fratelli Galdieri che si occupavano di usura ed estorsioni. Per gli inquirenti, infatti, il gruppo criminale è nato dalle ceneri del vecchio clan Partenio che a fine anni ’90 ha insanguinato la provincia di Avellino. Un’organizzazione che faceva capo ai Genovese che gestiva un grosso traffico di cocaina.