Cade nel fango, si rialza e continua a fotografare la frana

Quando la passione spinge a sfidare ogni rischio, 85 anni ma si sente ancora un giovane fotografo

cade nel fango si rialza e continua a fotografare la frana

Un uomo straordinario, che ancora oggi non smette di stupire

Ariano Irpino.  

 

E' uscito in pantofole stringendo tra le mani la macchinetta fotografica, amica inseparabile a lui tanto cara, diventata digitale col passare degli anni e da via Donato Anzani si è recato a piedi sul luogo della frana lungo la faticosa salita che porta all'ingresso a valle di Parco Pallottini, per documentare come un giovane reporter rampante quanto accaduto mostrando grande coraggio. Carmine Giardino 85 anni ben suonati, per tutti in città, "il maestro", ha rischiato un serio incidente rovinando nel fango ma come se nulla fosse, rialzatosi in piedi ha continuato a sfidare ogni pericolo pur di completare il suo reportage fotografico, della frana a pochi passi da casa sua. Il fango sugli indumenti e la macchinetta dopo la caduta e poi il ritorno a casa per salvare subito i suoi scatti da maestro. "Sono sveglio da quando ha cominciato a piovere - il mio lavoro è iniziato già durante la notte, vivo di questo, io sono nato con la fotografia e la musica." Un uomo straordinario, che ancora oggi non smette di stupire a 85 anni.

Gianni Vigoroso