Savignano saluta Pietro La Manna, l'idraulico dalle mani d'oro

Con mast Piè se va un altro simbolo della storia del paese

savignano saluta pietro la manna l idraulico dalle mani d oro

Nato il 3 febbraio 1923, una vita fatta di semplicità fino all'ultimo e di insegnamenti che in tanti sapranno custodire e preservare...

Savignano Irpino.  

Commozione nella Valle del Cervaro per la scomparsa di Pietro La Manna. Con lui se va un altro simbolo della storia di Savignano Irpino. Chi non ricorda le sue mani d'oro da idraulico in paese. Persona mite, meticolosa, carattere riservato e gran lavoratore, tanto da conquistare con la sua bravura e serietà la fiducia di tutti.

Aveva 94 anni e nella sua vita non ha fatto mai mancare il suo sorriso a quanti hanno avuto la fortuna di incontrarlo. Uomini d'altri tempi, famiglia onesta e grande amore per il suo paese. 

Nato il 3 febbraio 1923, una vita fatta di semplicità fino all'ultimo e di insegnamenti che in tanti sapranno custodire e preservare. Stamane nella Chiesa Madre di Savignano Irpino alle ore 10,30 gli verrà rivolto l'ultimo affettuoso abbraccio. Attestazioni si stima e vicinanza ai familiari da parte dell'intera comunità savignanese in questo momento di dolore.

Il ricordo del nipote Pierluigi (nella foto accanto a lui): "Ti voglio ricordare così, con il sorriso, quel sorriso che ti ha sempre contraddistinto, quel tuo saper essere buono ma severo, ti voglio ricordare così mast Piè, sempre con un cacciavite in tasca o un metro...ti voglio ricordare così, un pezzo della storia di Savignano che se n'è andata e insieme a te tutti i tuoi lucidi ricordi di centinaia di metri di tubi messi e non solo. Sei stato un grande lavoratore, hai condotto una vita piena di sacrifici, che ha permesso a te e alla tua famiglia di camminare sempre a testa alta e prima i tuoi figli e poi noi per sempre te ne saremo grati. Sei andato via nel silenzio con quel tuo non voler disturbare che ti ha contraddistinto in tutta la tua vita. Oggi con te non se n'è andato solo un nonno, bensì una colonna portante, ma sono sicuro che adesso lì dove sei finalmente tutti i tuoi sacrifici ti saranno ripagati, ciao nonno e salutami tutti lassù."

Gianni Vigoroso