Il grande batteriologo statunitense Storlazzi e l'Irpinia

Lo rivela Geremia Mancini presidente onorario “Ambasciatori della fame”

il grande batteriologo statunitense storlazzi e l irpinia

Giuseppe “Joseph” Jordan Storlazzi, grande batteriologo statunitense, era di origini irpine. La madre, Filomena Falcone, nacque a Forino in provincia di Avellino nel 1884

Forino.  

 

Giuseppe “Joseph”Jordan Storlazzi nacque il 19 aprile del 1908 a New Haven nel Connecticut da Carlo Teodoro e Filomena Falcone. La madre Filomena Falcone il 4 ottobre del 1884, a Forino in provincia di Avellino. Negli Stati Uniti Filomena conobbe e sposò Carlo Teodoro Storlazzi (nato a Santa Croce di Magliano in provincia di Campobasso).  I due si stabilirono a New Haven nel Connecticut ed ebbero tre figli. Uno di loro, Giuseppe “Joseph”, diverrà  un grande ed affermato batteriologo statunitense. Giuseppe “Joseph” sin da ragazzo mostrò una straordinaria capacità di apprendimento. Conseguì a pieni voti il titolo di studio alla Dickinson College e successivamente venne in Italia per conseguire la laurea all’Università alla Università di Pisa.  Nella cittadina toscana fece meglio conoscere ed introdusse il gioco del “basket” (creò una squadra universitaria). Tornato negli Stati Uniti conseguì una ulteriore laurea alla Saint  Louis University. Dedicò tutta la sua vita alla Batteriologia. Lavorò al “Bryn Mawr Hospital M.T.” (1944), alla “Scienze Division” del Pennsylvania College a Chester.  Direttore della “Chester Clinical Laboratories”. In questa branca della medicina otterrà risultati di prestigio nello studio dei batteri. Alcuni suoi studi sono stati risolutivi nella cura di alcune malattie.  Ha avuto ruoli di prestigio in:   “American Society of Medical Technologists”, “American Council of Bionomists”, “National Ass’n of Biology Teachers”, “Academy of Science”, “National Ass'n of Clinical Laboratories”. Autore di importanti testi, tra i quali, “Comparative Anatomy of Balaenoptera Musculus” e “Paleontology of Cervus Elephus”. Nel 1931 sposò Annunziata Giacoli dalla quale ebbe 4 figli. Morì nel 1992 in Pennsylvania.

Redazione Av