La tragedia di Thomas. "Addio piccolo angelo" / VIDEO

Sturno piange il 18enne morto in un tragico incidente stradale

la tragedia di thomas addio piccolo angelo video
Sturno.  

 

di Simonetta Ieppariello

Si sono tenuti oggi i funerali di Thomas Famiglietti, il giovanissimo ragazzo di Sturno morto in un tragico incidente avvenuto tra sabato e domenica. Il 18enne ha perso la vita lungo la Statale, a bordo della sua C 3 quando si è schiantato contro una quercia. Cordoglio e incredulità in paese. Palloncini e fiori bianchi, un corteo silenzioso, migliaia di persone raccolte nel dolore dell'ultimo saluto oggi in paese. C'erano anche striscioni in paese a ricordare quel ragazzo semplice e buono strappato così presto alla vita. (guarda servizio 696 tv)

“E’ un giorno tristissimo per tutti noi. Lo amavamo tutti. Un ragazzo semplice, perbene, solare e lavoratore. Aiutava suo padre e i suoi nonni, un ragazzo di altri tempi”, ricorda il sindaco di Sturno, Vito De Leo, che con l’intera comunità è vicino nel dolore ai familiari.  Poi il primo cittadino ricorda come la sicurezza delle strade sia scarsa. “Le strade sono ridotte male, servono più interventi per garantire sicurezza a chi le percorre ogni giorno. Invito tutti a essere scrupolosi nel guidare. La tragedia di Thomas ha colpito l’Irpinia intera.

“L’intera comunità sturnese si è stretta oggi in un grande abbraccio per l'ultimo saluto a Thomas, un fiore reciso troppo presto.Arrivederci piccolo angelo, ciao Thomas Eri bello come il sole”. Scrive Renata in un post che è stato condiviso da tanti sul social Facebook per ricordare Thomas, il suo doloroso destino.

La dinamica.

Stava tornando a casa Thomas domenica notte, su quella via che aveva già percorso decine di volte e che purtroppo un crudelissimo e insondabile fato aveva scelto come teatro della sua morte, spezzando quella giovanissima vita troppo presto.

Una distrazione potrebbe essere alla base dell’incidente che questa notte, poco dopo le 4, è costato la vita al 18enne di Sturno .. Quando i soccorsi sono intervenuti in Contrada Crocevia, nel comune di residenza del ragazzo, hanno subito capito quanto la situazione fosse grave. La Citroen C3 era distrutta: un groviglio di lamiere accartocciate a due passi da una quercia contro la quale, stando a una prima ricostruzione, l’auto si è schiantata.

Una scena terribile quella che si è presentata agli occhi dei Vigili del Fuoco del distaccamento di Grottaminarda.  

Il personale del 118 di Grottaminarda ha solo potuto constatare il decesso. Un impatto troppo violento, probabilmente il 18enne è morto sul colpo.

A occuparsi dei rilievi i carabinieri della stazione di Frigento affiancati dai colleghi della compagnia di Mirabella Eclano agli ordini del capitano Domenico Signa.