Approvata la convenzione per la banda ultra larga

Sperone, Alaia: "Importante tassello per la tecnologia e innovazione a servizio della comunità"

approvata la convenzione per la banda ultra larga

Una programmazione strategica per migliorare sicuramente la qualità dei servizi tecnologici ed informatici ma soprattutto la qualità di vita dei cittadini...

Sperone.  

E’ di recente l’approvazione, da parte della Giunta Comunale di Sperone, dello schema di convenzione finalizzata alla realizzazione della rete a banda ultralarga nei Comuni della regione Campania in attuazione degli interventi programmati dalla Regione Campania a valere sulle risorse della programmazione Europea 2014-2020

La realizzazione della banda ultra larga permetterà a cittadini della regione Campania di ottenere la fornitura di servizi con un potenziale rilevante che per tutta la popolazione regionale è stimata a 30 Mbps e a 100 Mbps per almeno l’85% di essa.

La banda ultralarga consiste nella capacità delle reti di inviare dati ad altissima velocità, equivalente ad almeno 100 Mbps (definita “ultra fast broadband” nell’Agenda Digitale Europea) o ad almeno 30 Mbps (“fast broadband”). La banda ultra larga è la massima espressione dell'innovazione tecnologica e si differenzia dalla normale connessione in internet per la sua incredibile velocità sia in entrata che in uscita: infatti sarà  possibile trasmettere e ricevere dati ad oltre 30 mega al secondo attraverso la posa di cavi in  fibra ottica.

Per la Regione Campania si occuperà della questione la Infratel Italia spa,  una delle società società leader nel settore dello Sviluppo Tecnologico con la quale tutti i Comuni Campani sono invitati a firmare la convenzione per la realizzazione su tutto il territorio regionale e, quindi, si spera presto, anche nel territorio del Comune di Sperone, della rete della rete in fibra ottica per la Bul. 

Credo – commenta il Sindaco di Sperone Marco Santo Alaia – che la stipula della convenzione rappresenti un dato sintomatico nel procedimento propedeutico alla realizzazione della rete in fibra ottica per la banda ultra larga che consentirà non solo a Sperone ma a tutto il territorio Regionale di poter fruire di questa tecnologia di trasmissione capace di implementare non solo le classiche funzionalità nella gestione dei dati che diverrà velocissima ma anche di gestire servizi   innovativi ad alta velocità. Va detto che la connessione a banda larga si differenzia dalle altre connessioni "fast internet" (isdn, adsl, satellite) per il suo carattere bidirezionale in quanto la velocità è alta sia in trasmissione che in ricezione. La Regione Campania deve colmare un gap di sviluppo tecnologico in campo informatico.

A livello europeo è stata posta grande attenzione ai temi dell’innovazione e della società della conoscenza e proprio all’interno della strategia Europa 2020, (piano europeo per stimolare la crescita economica nel prossimo decennio) troviamo l’Agenda Digitale come la prima dei sette grandi programmi – le “iniziative faro” – messi a punto per raggiungere gli obiettivi strategici di crescita, occupazione e sviluppo.

L’Agenda Digitale è il programma di azione per lo sviluppo delle ICT e dell’economia digitale. Il piano definisce lo scenario verso cui orientare la trasformazione delle economie e della società, in modo tale che l’Europa possa massimizzare i benefici ed i vantaggi della “rivoluzione digitale” e in particolare di internet. Noi come comune di Sperone – conclude Alaia - crediamo nella valenza di questo intervento e perciò sosteniamo con forza questo obiettivo della banda ultra larga che la Regione Campania ha incluso nella programmazione strategica per migliorare sicuramente la qualità dei servizi tecnologici ed informatici ma soprattutto la qualità di vita dei cittadini