Screening ad Ariano. Gambacorta: i selfie andavano evitati

L'ex sindaco commenta la campagna di test seriologici

screening ad ariano gambacorta i selfie andavano evitati
Ariano Irpino.  

"Sento di rivolgere un invito ai miei concittadini ad essere più sereni rispetto agli eccessivi entusiasmi e alle eccessive critiche di questa campagna, tardiva, di test sierologici in corso di svolgimento da sabato mattina" . Così il già sindaco di Ariano Domenico Gambacorta. 

"Certamente meritava qualche informazione più approfondita per tutti, medici di base e cittadini in testa. 

Ci sarà stata qualche imperfezione organizzativa, ma l’impegno di infermieri professionali, di impiegati del Comune e di volontari è stato encomiabile, come sempre. Andava ovviamente evitato qualche selfie davanti ai luoghi dei prelievi. 

Anche perché non dobbiamo dimenticare il prezzo doloroso che ha pagato Ariano in questi due mesi di marzo ed aprile con i tanti che hanno perso la vita. 

E, per familiari e amici, si tratta di ferite ancora aperte. 

Dimostriamo, come sempre avvenuto dal 6 marzo ad oggi, di essere cittadini rispettosi delle leggi e del vivere civile. 

Verrà il tempo per valutare l’operato di tutti secondo le responsabilità che ciascuno ha avuto in questa vicenda dolorosa".