Voto, in Irpinia già sette sindaci. Tensione a Monteforte

Ad Aiello in due sorpresi a fotografare le schede elettorali

voto in irpinia gia sette sindaci tensione a monteforte
Avellino.  

In Irpinia è già festa a Lioni, Teora, Torella dei Lombardi, Frigento, Lacedonia, Manocalzati e Montaguto.

I sette candidati alla poltrona di sindaco avevano solo un avversario il quorum ed è stato battuto alle 23 di ieri sera, al netto degli iscritti Aire, l'anagrafe dei residenti all'estero. Ora si dovrà aspettare solo il 50% delle schede risultate valide ma intanto esultano Yuri Gioino, Carmine Ciullo, Antonio Di Conza, Amado Delli Gatti, Pasquale Chirico, Marcello Zecchino e Pasquale Tirone.

Complessivamente l'affluenza nei 33 comuni al voto alle 23 di ieri era al 47,22 %. Buona in particolare ad Aiello del Sabato, Pago Vallo Lauro, Lauro e Rotondi.

A Monteforte tensione ai seggi tra le opposte fazioni sono volati insulti e il maresciallo dei carabinieri ha convocato nel pomeriggio i due candidati sindaco Giordano e Montuori per riportare un clima sereno.

Anche a Sant'Angelo all'Esca si è sfiorata la rissa davanti al seggio. Anche qui necessario l'intervento dei carabinieri.

E ad Aiello in due sono stati sorpresi a fotografare la scheda elettorale nella sezione numero uno. Gli episodi a poche ore di distanza l'uno dall'altro sono ora al vaglio dei carabinieri. "Un fatto gravissimo - commenta Claudio Petrozzelli - referente delle sardine d'irpinia: non voglio neanche immaginare quante altre foto siano state potute scattare per quella che potrebbe essere una consuetudine che metterebbe a rischio la democraticità del voto e l'intera competizione elettorale".