Terremoto a Forino. Il sindaco si dimette: non tiro a campare

Annunziata: vado via perchè non ci sono i giusti presupposti per guidare l'assise

terremoto a forino il sindaco si dimette non tiro a campare
Forino.  

Questa mattina il sindaco Pasquale Nunziata, eletto nelle amministrative del 2014, si è dimesso. Un atto politico estremo, difficile che mette fine a due anni di mandato contraddistinti da uno scontro interno ai banchi di consiglio. Ora lo scontro si è aperto anche tra i banchi di maggioranza. 

“Non c'è più coesione di visioni e intenti con i miei assessori”. Ora ci sono i canonici 20 giorni di tempo per ritornare sui suoi passi.

Ma Nunziata spiega: “Farò comunque un tentativo anche se credo che non ci siano più i presupposti per andare avanti. Sono affezionato al mio paese, al Consiglio comunale e a quanti hanno fatto parte della mia squadra. La mia decisione deriva soltanto dalla responsabilità di guidare un paese di oltre 5mila cittadini. Ho sempre avuto un grande rispetto per la democrazia. Il mio buonsenso credo sia stato frainteso. Ringrazio i dipendenti comunali che hanno sempre lavorato sodo in questi due anni. Al contempo mi dispiace per alcuni di essi che sono precari da anni. Con la Giunta avevamo imboccato la strada della stabilizzazione per tutti e forse non riusciremo a portare a compimento quest’opera”.