Scandone, un doppio turno casalingo per ripartire

Ultima con altre quattro squadre: i passivi in trasferta fanno malissimo

scandone un doppio turno casalingo per ripartire
Avellino.  

Meno 37 a Palestrina, meno 40 a Molfetta contro Ruvo di Puglia: ecco i passivi delle ultime due trasferte della Scandone Avellino in campionato. La vittoria ottenuta nella seconda giornata del girone D di Serie B consente ai biancoverdi di non occupare da sola l'ultima posizione della classifica, condivisa con Valmontone, Sant'Antimo, Scauri (vincente su Avellino all'esordio) e Cassino. Il successo contro la Stella Azzurra Roma garantisce il posto nel gruppone in coda. Troppo poco cestisticamente per una squadra che avevano lasciato il PalaDelMauro con buone sensazioni dopo il derby con la Virtus Arechi Salerno, perso mollando solo nel finale per limiti oggettivi. Invece, al PalaPoli,. la Scandone si è riproposta con un atteggiamento già presentato nella gara esterna di Palestrina.

Il calendario propone un doppio turno casalingo: domenica al DelMauro arriverà la Luiss Roma, domenica 3 novembre sarà sfida contro Corato. Sfide non semplici, guardando la classifica. Le due formazioni che raggiungeranno l'Irpinia nei prossimi due weekend hanno ottenuto tre vittorie nei primi cinque incontri stagionali e punteranno a confermare un ruolo da prima parte della graduatoria sul parquet di una Scandone costretta al rilancio tecnico ed emotivo in tempi brevi. Al di là dei limiti societari, nonostante l'impegno della nuova gestione che prova a superare l'impasse motivata dalla doppia autoretrocessione della proprietà Sidigas, toccherà ai ragazzi di coach Gianluca De Gennaro battersi per tutti i quaranta minuti andando oltre le difficoltà fisiche e tecniche, garantite dall'assenza di preseason e dalle rotazioni minime della squadra a disposizione.