Cadavere in un casolare incendiato e col solaio crollato

Struttura danneggiata da un rogo divampato martedì sera. La vittima potrebbe essere un 71enne

cadavere in un casolare incendiato e col solaio crollato
Ceppaloni.  

Martedì sera un incendio che aveva provocato il crollo del solaio in legno e cemento (LEGGI). Ieri sera nella stessa casa diroccata è stato rinvenuto il corpo di un uomo. E' accaduto alla frazione San Giovanni di Ceppaloni, in un rudere che sorge a circo duecento metri alle spalle della chiesa di San Giovanni Battista.

A fare la macabra scoperta sono stati i familiari di un 71enne del posto preoccupati per non aver visto il congiunto da qualche giorno. Il corpo quasi totalmente coperto dai detriti potrebbe essere proprio quello del pensionato - per il riconoscimento ufficiale bisognerà comunque attendere -, conosciuto da tutti in paese proprio per il suo continuo girovagare in sella all'inseparabile bicicletta e dimorare in varie strutture tra San Giovanni e Ceppaloni. Insospettiti dalla sua assenza, i familiari hanno raggiunto la vecchia casa. Una volta entrati hanno scorto la testa dell'uomo hanno fatto subito scattare l'allarme. Il suo corpo era sotto calcinacci e pezzi del solaio crollato. Sul posto sono accorsi i carabinieri della Stazione di Ceppaloni e i vigili del fuoco che hanno illuminato l'area. Su disposizione del magistrato il medico legale, il dottore Emilio D'Oro, ha effettuato un sopralluogo.
La salma sarà trasferita all'obitorio del Rummo per ulteriori esami medico legali che dovranno accertare le cause della morte. Resta da capire, infatti, se l'uomo sia morto in seguito al crollo determinato verosimilmente dall'incendio di martedì scorso o successivamente e per altre cause. Ipotesi che dovranno ovviamente essere accertate dalle indagini dei militari.

Al.Fa