Statale 87 chiusa, riesplode protesta: circolazione bloccata

Residenti, automobilisti, commercianti e sindaci esasperati dalla frana e dall'immobilismo

statale 87 chiusa riesplode protesta circolazione bloccata
Fragneto Monforte.  

La protesta è scoppiata all'improvviso. Dopo giorni di immobilismo e strada perennemente chiusa senza che nessuno facesse qualcosa – inteso come lavori – residenti, amministratori ed automobilisti hanno nuovamente bloccato la deviazione della Statale 87 Benevento – Campobasso all'altezza di Fragneto Monforte dove le auto sono costrette a lasciare la superstrada a causa della storica frana che nessuno riesce a sistemare. Ed è per questo che decine di persone hanno occupato la sede stradale impedendo il transito alle auto e ai camion che dal Sannio devono raggiungere il Molise e viceversa. Sul posto sono intervenuti i carabinieri e gli agenti della Digos. Nessuno dei manifestanti ha la minima intenzione, per ora, di liberare l'arteria. Sono esasperati dalla situazione finita al centro di numerosi incontri che si sono effettuati in Prefettura ma che allo stato non hanno portato a nessuna situazione. In testa ai manifestanti i sindaci di Fragneto Monforte, Campolattaro e Casalduni che chiedono l'immediato intervento delle istituzioni. Sono pronti a bloccare la strada ogni giorno.  
Stanchi delle continue deviazioni già lo scorso 21 marzo i veicoli erano stati bloccati dai manifestanti a Fragneto Monforte, nei pressi dello svincolo per l'immissione sulla 87. in quell'occasione arrivarono rassicurazioni circa l'imminente avvio di opere che avrebbero messo in sicurezza il tratto di strada nel territorio di Torrecuso, che ormai da anni è interessato da una frana ora monitorata da sensori installati dall'università del Sannio che evidentemente non servono alla risoluzione dell'annosa questione.