Alunni protagonisti del progetto 'Un giorno a casa del treno'

La campagna termina lunedì 27 maggio con il viaggio al Museo di Pietrarsa

alunni protagonisti del progetto un giorno a casa del treno
Castelvenere.  

“Far conoscere ai bambini la realtà ferroviaria, i suoi principali processi e sensibilizzarli alla sicurezza ed al corretto utilizzo del treno nell’ambito dei trasporti pubblici locali”. E' questo l'obiettivo del progetto dal titolo 'Un giorno a casa del treno - Lezioni di treno con il Dopolavoro Ferroviario. Il treno preserva l’ambiente… tu preservalo dai vandali'.

Iniziativa che vede impegnato in prima linea l’Associazione Dopolavoro Ferroviario di Caserta e che coinvolge quattro scuole: tre della provincia di Caserta (l’Istituto comprensivo statale ‘Cimarosa’ del IV Circolo di Aversa, l’Istituto comprensivo statale ‘Ruggiero’ del III Circolo di Aversa, Istituto comprensivo statale ‘Maddaloni I Villaggio’) e una scuola della provincia di Benevento, l’Istituto comprensivo statale ‘San Giovanni Bosco’ di Castelvenere. Il tutto con il patrocinio delle Città di Caserta e Maddaloni e del Comune di Castelvenere.

“La campagna informativa – viene evidenziato in una nota - che è partita lo scorso 7 maggio e si concluderà lunedì 27 maggio, ha portato per un giorno i ragazzi a bordo del treno per compiere un viaggio emozionante durante il quale i relatori del progetto hanno illustrato loro l’importanza anche sociale del treno. I ragazzi di Castelvenere, guidati dalla dirigente Maria Ester Riccitelli e dalla responsabile del progetto Rosa Carlo, sono stati protagonisti nella giornata di martedì 14 maggio. Di buon mattino, alle ore 7, hanno raggiunto la stazione ferroviaria Telese-Cerreto, dove è stato con segnato loro un cappellino di riconoscimento e un sacchetto con un piccolo break. A seguire la partenza per Benevento, in carrozza riservata. Giunti nel capoluogo sannita, presso la sede del Dopolavoro Ferroviario si è svolto un incontro didattico-educativo. Impegnati Tiziana Romanelli; Michela Langella, Luca Iazzetta, Guido Milanese, Gerardo Oliviero e Tonio Lo Bello (ferrovieri); Gerardo Amato, Ignazio Fisone e Mario Messina (Soci Dlf); Antonio Lombardi (responsabile del progetto) a cui è seguito l’incontro con le maestranze e la visita agli impianti di manutenzione. Dopo il buffet, offerto dal Dopolavoro Ferroviario beneventano presieduto da Antonio Lombardi, i ragazzi sono risaliti in treno per far ritorno in valle telesina. Ora gli stessi si apprestano a vivere la grande avventura finale, con la manifestazione conclusiva che si svolgerà a Napoli, presso il Museo nazionale di Pietrarsa nella giornata di lunedì 27 maggio. Dopo un momento didattico e la visita del museo seguirà la cerimonia di premiazione dei migliori elaborati prodotti dagli alunni”.