Bucchi: "A Venezia dobbiamo fare una grande partita"

"Cerchiamo la giusta continuità. In difesa giocherà Billong"

bucchi a venezia dobbiamo fare una grande partita
Benevento.  

Conferenza stampa pre partita per Christian Bucchi. Ecco le dichiarazioni del tecnico giallorosso in vista della trasferta di Venezia:

“Non sono stati convocati Costa, Tuia, Bukata e Filogamo. Quest'ultimo è stato sottoposto a un intervento di pulizia al ginocchio, mentre Bukata è alle prese con un fastidio al tendine. Per Costa e Tuia ci sono problemi diversi. Il primo è ha una contrattura importante, quindi abbiamo preferito non forzarlo nei lavori, mentre per Tuia c'è un dolore al tendine a causa di un colpo subito in amichevole. Lunedì mattina faranno gli esami di controllo che ci permetteranno di avere maggiori indicazioni, quindi al momento non possiamo azzardare tempi di recupero. Antei? E' un giocatore importante: ha trasmesso tanto entusiasmo a tutti, ma dopo un infortunio così lungo non è facile rientrare subito. In questo momento non è pronto”.

VENEZIA - “E' un'ottima squadra che ha cambiato davvero poco rispetto allo scorso anno. Ha tanti calciatori bravi e un allenatore competente. E' importante anche il discorso ambientale, dato che si tratta di una trasferta particolare: per arrivare allo stadio occorrono ben quaranta minuti di battello e sono cose che potrebbero distrarci. Dobbiamo fare una grande partita dal punto di vista del gioco e dell'intensità. Sarà fondamentale trovare la giusta continuità perché abbiamo giocato davvero poco. Cresceremo partita dopo partita”.

CONTINUITA' - “Dobbiamo essere bravi a buttarci tutto alle spalle, esprimendo la nostra continuità. Sappiamo cosa non fare, come il primo tempo con il Lecce. Credo che per noi sia fondamentale giocare da squadra”.

NOCERINO - “Decideremo domattina se giocherà o meno. Abbiamo comunque un parco di centrocampisti che possono darci tanto. Speriamo di recuperarlo in modo da poter far affidamento sull'intero pacchetto”.

SCELTE - “Un allenatore deve avere una giusta coerenza, cercando di dare continuità sapendo che può contare su elementi forti. Dovrò essere bravo a saper scegliere le onde positive dei calciatori. Per me sono tutti indispensabili, anche perché ci aspettano quattro partite in sedici giorni dove tutti dovranno farsi trovare pronti”.

ESTERNI - “Hanno tutti delle caratteristiche diverse. Improta permette di cambiare di più, oltre a una maggiore copertura. Buonaiuto strappa di più, avvicinandosi maggiormente agli attaccanti. Sono valutazioni da fare quotidianamente, a partire dallo stato di forma e della tenuta fisica. C'è una grande difficoltà nelle scelte perché si sono allenati tutti al meglio”.

SERIE B - “A noi cambiava davvero poco, anche perché a Venezia avremmo giocato lo stesso. Partire con tutte queste incertezze non è bello, soprattutto perché la gente ha tanta voglia di andare allo stadio”.

VIOLA - “Se dovesse essere marcato come accaduto con il Lecce troveremo soluzioni diverse. Una squadra non può essere condizionata da un solo giocatore. Dobbiamo essere pronti a saper interpretare tante partite nella stessa partita”.

BILLONG - “Come altri calciatori è stato accostato a diverse squadre nel corso del mercato. Per un calciatore può essere una distrazione, ma dal momento in cui resta è un giallorosso a tutti gli effetti. A Venezia giocherà, ma lo farà sempre chi sta bene”.

ATTACCO - “Non dipende dal modulo il modo di attaccare, ma della mentalità. Possiamo anche giocare con zero punte, ma con il giusto atteggiamento si può fare male”.

Ivan Calabrese