«Molinara, ambiente pronto a essere protagonista»

Mister Mauro è carico per la nuova avventura con la società fortorina

molinara ambiente pronto a essere protagonista
Molinara.  

Chiusa una parentesi esaltante, se ne apre un'altra che potrebbe diventarlo. Mister Mauro ha messo alle spalle le stagioni passate col Paduli, società con la quale si è tolto tante soddisfazioni creando un gruppo ineguagliabile, per abbracciare una nuova avventura. Il tecnico beneventano, infatti, nella prossima stagione sarà sulla panchina del Molinara con l'intento di provare a togliersi tante soddisfazioni con la compagine fortorina, pronta a prendere parte al torneo di Seconda categoria.

“Mi fa piacere – inizia mister Mauro – poter tornare in un ambiente che conosco bene nel quale ritrovo i dirigenti che erano allora dei tifosi del Molinara. E' un ambiente sano nel quale il calcio viene fatto bene, con i giusti principi. Ho ricevuto tante telefonate e tanti attestati di stima dopo questa decisione”.

Proprio l'arrivo di mister Mauro potrebbe anche permettere al presidente Girolamo e all'intera società, di pensare in grande. E in fase di valutazione l'idea di poter fare domanda di ripescaggio in Prima categoria. Ovviamente questa decisione potrebbe influire sulla scelta dei giocatori da aggregare alla rosa già esistente.

“Al di là di ogni discorso, per prima cosa vogliamo far tornare tutti i giocatori del posto da integrare a una formazione che, nella scorsa stagione, ha dimostrato di avere tanta qualità e per questo va dato merito a mister Martino che ha fatto un grandissimo lavoro. Con l'organizzazione societaria che è grande e una rosa ben costruita, si può puntare in alto”.

La soluzione più logica potrebbe essere legata ancora a Paduli. E' indubbio che l'allenatore beneventano potrebbe pescare qualche elemento dalla sua vecchia squadra.

“Spero di portare con me qualcuno che stava nella mia ultima squadra anche se hanno tante richieste e sarà difficile. Proprio a tal proposito, devo comunque ringraziare la società del Paduli e la squadra. Siamo riusciti a creare un gruppo bellissimo e costruire una squadra che ha fatto dell'unione la propria forza. Porterò sempre con me il ricordo di un'esperienza che mi ha regalato tante emozioni”.

Fabio Tarallo