Caserta, presentata la nuova squadra Ugl

"Leali e coesi sul progetto Campania"

caserta presentata la nuova squadra ugl

Tutte facce nuove nella segreteria territoriale...

Caserta.  

Si è concluso con un lungo applauso e con un brindisi di auguri il primo consiglio direttivo Ugl dell'era targata Ferdinando Palumbo. Il neo segretario provinciale, ha presentato una relazione lunga cinquanta minuti, durante i quali ha illustrato il lavoro svolto da Maggio ad oggi, ha gettato le basi programmatiche per i mesi a venire ed ha varato la squadra che lo affiancherà nei prossimi anni, dalla quale, ha sottolineato, si aspetta grandi risultati.

Tutte facce nuove nella segreteria territoriale che sarà composta, oltre che dallo stesso Palumbo, dal segretario regionale delle costruzioni Pasquale Brancaccio, dalla responsabile del coordinamento donne Alessandra De Angelis, dal segretario dell'Agroalimentare Ciro De Vita, dal segretario dell'Igiene ambientale Alessandro Favoccia e dal segretario dei Metalmeccanici Mauro Naddei. Palumbo ha conferito deleghe operative a Gianmatteo Tozzi, che si misurerà nel delicato compito di gestire ed organizzazione manifestazioni ed eventi, a Ciro De Vita (convenzioni); a Luca Tortora Luca (responsabile tecnico – informatico) a Vincenzo del Gaudio (politiche sociali) e Giuseppe Espugnato (responsabile zonale di Maddaloni). Confermate la sede zonale di Calvi Risorta, che Palumbo ha definito un presidio storico e la responsabilità della struttura dei creativi a Raffaele Altieri.

“La breve fase di transizione congressuale è terminata” ha commentato raggiante il segretario “abbiamo formato una squadra di validi sindacalisti che somma l’entusiasmo dei nuovi dirigenti alla grande esperienza degli affermati Brancaccio, Tozzi ed Alessandro Favoccia. La Ugl Caserta è parte del grande progetto Campania, la collaborazione con la segreteria regionale e con le altre province della regione è leale ed incondizionata. Siamo coesi” ha concluso il sindacalista “e ci mettiamo al lavoro per dare risposta alle tante scottanti vertenze di terra di lavoro”.