Palumbo Ugl: "Zingaretti a Caserta ? Passerella inutile"

Incidenza tumori nel casertano. L'allarme del sindacato

palumbo ugl zingaretti a caserta passerella inutile

La nota...

"Gli studi sull'incidenza dei tumori pubblicati nei giorni scorsi su alcune testate giornalistiche non fanno altro che aumentare la preoccupazione delle popolazioni della nostra provincia che, per la verità, non nutrivano nessun dubbio sulla gravità della situazione considerato che, in tante famiglie, le neoplasie hanno già mietuto vittime". 

A parlare è la vice segretaria provinciale della Ugl Caserta Marianna Grande che ha presentato assieme al segretario Territoriale Ferdinando Palumbo la campagna di attività sindacale che impegnerà il sodalizio di Via Vivaldi nei mesi di Luglio ed Agosto.

"E' ora di smetterla di parlare di Terra dei fuochi" ha concluso la sindacalista "l'emergenza riguarda tanti comuni del casertano e non solo quelli al confine col capoluogo". Per il Segretario Palumbo che ha commentato le notizie del giorno: "La visita di Zingaretti a Caserta non fa notizia: cambiano le stagioni, ma non cambiano le modalità con le quali la politica si interfaccia con i lavoratori.

E' un film già visto, il segretario pro tempore del Pd incontrerà qualche imprenditore sul territorio, darà la solidarietà ai lavoratori in difficoltà e tornerà a Roma, è questa una passerella di cui non abbiamo bisogno. Urgono politiche per il rilancio del lavoro" ha proseguito Palumbo "con tutto il rispetto, qui abbiamo bisogno del governo, non delle opposizioni. E' ora di parlare di investimenti e non di ammortizzatori sociali ed è giunto il tempo in cui le assunzioni vengano effettuate con criteri meritocratici; per questo la Ugl vigilerà senza quartiere".

Il programma estivo della Ugl Caserta, ha spiegato il segretario, sarà incentrato anche su agricoltura e turismo "Bisogna rivedere i prezzi di acquisto dei prodotti agricoli da parte della Grande Distribuzione, affamare gli agricoltori che stanno evitando persino di raccogliere la frutta non può essere la strada". Infine un pensiero al litorale domizio: "Stabilizzare la balneabilità delle acque e migliorare i servizi porterà lavoro e benessere, chiediamo alle istituzioni il continuo monitoraggio degli scarichi abusivi".