Estorsioni a ristoratori, due fermi della Mobile

In carcere un 35enne e un 39enne

estorsioni a ristoratori due fermi della mobile
Maddaloni.  

Gli agenti della Squadra mobile di Caserta e del Commissariato di Maddaloni hanno arrestato Gaetano C., 35 anni, e Antonio M., 39 anni entrambi destinatari di un fermo di polizia giudiziaria emesso dalla Procura Antimafia con le ipotesi di reato di estorsione aggravata dal metodo mafioso, al fine di agevolare il clan Belforte operativo nella città di Maddaloni, ai danni di titolari di attività imprenditoriali e commerciali di Maddaloni. Secondo gli investigatori, “essendo in carcere i referenti dei boss del gruppo Belforte nella zona maddalonese, i due indagati hanno cercato di accaparrarsi il monopolio delle attività delittuose in capo ad alcuni pregiudicati locali, tra cui il 39enne ritenuto essere “specializzato nella raccolta dei ratei estorsivi durante le canoniche festività presso consuete e nuove attività estorte”.
Entrambe le persone fermate avrebbero estorto denaro a ristoratori dal mese di aprile 2016 al mese di dicembre 2016.

Dichiarati in arresto, il 39enne e il 35enne sono stati trasferiti nel carcere di Santa Maria Capua Vetere nelle prossime ore l'udienza di convalida del fermo.