71enne investito e ucciso : fermato il presunto responsabile

L'uomo era stato investito l'8marzo ed era morto due giorni dopo

71enne investito e ucciso fermato il presunto responsabile
Sant'Arpino.  

Investì un uomo, morto per le gravi ferite dopo qualche giorno, e scappò via senza prestare soccorso. Per questo motivo i carabinieri della Stazione di Sant'Arpino hanno denunciato per omicidio stradale, fuga del conducente ed omissione di soccorso E. L, di 47 anni residente a San Giorgio a Cremano, in provincia di Napoli.
L'incidente era avvenuto l'8 marzo scorso a Sant'Arpino: la vittima, un 71enne, ex tecnico di produzione della Rai di Napoli, originario di Succivo, era in sella alla sua bicicletta lungo la circumvallazione, all'altezza di via Giovanni Paolo II quando è stato investito e sbalzato via.
Secondo i testimoni ad urtare l'uomo sarebbe stata una moto che procedeva a velocità sostenuta e che poi si è dileguata senza fermarsi a prestare soccorso al 71 enne riverso in terra. L'uomo era stato trasportato in ospedale, ma per la gravità delle ferite era morto due giorni dopo al Cardarelli di Napoli.
Sul caso erano iniziate le indagini della Procura e anche i familiari avevano rivolto un appello attraverso i social per pregare eventuali testimoni di farsi avanti e riferire dettagli su quanto accaduto.
Gli accertamenti dei carabinieri avrebbero però consentito di risalire al responsabile, un 47enne di San Giorgio a Cremano: all'uomo sono stati sequestrati penalmente il casco protettivo e il motoveicolo di sua proprietà, con cui avrebbe investito la vittima.