Choc in paese: strangola la moglie e si suicida

I corpi sono stati trovati dai figli

choc in paese strangola la moglie e si suicida
San Marcellino.  

Sono stati trovati senza vita dai figli, che rientravano da un'uscita serale: sono entrati in casa e hanno trovato da un lato il padre, impiccato al solaio, dall'altro la madre, riversa in terra.
Dai primi rilievi effettuati dai carabinieri sembrerebbe che l'uomo, Antonio Topa, di 50 anni, carpentiere della zona, abbia strangolato a mani nude la moglie, Immacolata Stabile, di 48 anni.
Secondo i militari della stazione di San Marcellino e del reparto territoriale di Aversa l'uomo avrebbe ucciso la moglie dopo un litigio violento scoppiato probabilmente per motivi passionali. Il corpo della donna era in camera da letto, qui il marito l'avrebbe strangolata a mani nude. Dopo l'uomo avrebbe preso un laccio, legandolo al solaio di casa sua e si sarebbe impiccato.
Forte lo choc per i figli della coppia, un ragazzo e una ragazza entrambi maggiorenni, quando tornati a casa dopo una serata trascorsa con gli amici si sono trovati davanti quelle scene. E' dovuto intervenire un vicino, infatti, per aiutare i ragazzi ad avvertire i carabinieri e l'ambulanza.
Dell'episodio è stata informata la Procura della Repubblica, che ha disposto l'autopsia sui due corpi.