Tenta di far saltare in aria una palazzina per venti euro

Tragedia evitata ad Aversa grazie ai carabinieri

tenta di far saltare in aria una palazzina per venti euro
Aversa.  

Tenta di far saltare in aria l’intera palazzina dove abita perchè sua madre non aveva voluto dargli 20 euro che gli sarebbero serviti presumibilmente per comprare droga.

È successo ad Aversa, in via San Lorenzo, dove i carabinieri hanno arrestato un 26enne in flagranza dei reati di crollo di costruzioni o altri disastri dolosi, tentata estorsione e maltrattamenti in famiglia. All’arrivo dei carabinieri, il giovane con un coltello da cucina in pugno, dopo aver minacciato di morte la madre di 54 anni al fine di estorcerle 20 euro, verosimilmente necessariaall’acquisto di droga, ha aperto il rubinetto del gas dell’abitazione con l’intento di fare esplodere l’intero stabile.

I carabinieri della Compagnia di Aversa immediatamente giunti sul posto, hanno prima messo in sicurezza l’immobile predisponendo la chiusura dei rubinetti del gas e poi fatto irruzione nell’appartamento dove hanno bloccato il 26enne che aveva tra le mani dei cavi elettrici necessari a far saltare in aria la palazzina.