Universiadi: controlli anti terrorismo nel casertano

3.000 identificati, 2 arrestati, 6 indagati nell'attività della Polizia

universiadi controlli anti terrorismo nel casertano

Rinforzato il dispositivo di sicurezza delle stazioni di Napoli Centrale e Campi Flegrei...

3.000 identificati, 2 arrestati, 6 indagati nei controlli della Polizia di Stato nelle stazioni ferroviarie della Campania

Il Compartimento di Polizia Ferroviaria per la Campania, sotto l'attenta direzione del Questrore Michele Spina ha  innalzato il livello di guardia intensificando  le  misure di osservazione e vigilanza negli scali ferroviari, per contribuire  alla sicurezza della  XXX edizione delle Universiadi,  importantissima manifestazione sportiva multidisciplinare rivolta ad atleti universitari provenienti da ogni parte del mondo, che coinvolge anche il trasporto ferroviario, facendo  registrare un sensibile aumento dei  viaggiatori  che, anche grazie alla predisposizione di corse straordinarie per tutta la durata della manifestazione,  utilizzano il treno  per raggiungere i 62 siti interessati dall’evento, distribuiti non solo nella città di Napoli, ma in tutta la regione Campania.

Nell’ottica di salvaguardare l’ordine e la sicurezza pubblica e di garantire l’ordinato svolgimento del servizio ferroviario, sia all’interno degli impianti sia a bordo dei convogli, in occasione della cerimonia di apertura dei Giochi allo stadio San Paolo è stato ulteriormente rinforzato il dispositivo di sicurezza delle stazioni di Napoli Centrale e Campi Flegrei anche con l’impiego di agenti arrivati dalla Polizia Ferroviaria di tutta Italia.

Nelle stazioni di Napoli, Caserta e Salerno, che ospitano i Villaggi degli Atleti, e in altri importanti scali ferroviari gli accessi sono stati ristretti in modo da convogliare le persone  in transito  attraverso i varchi presidiati dalle pattuglie della Polizia Ferroviaria, che hanno controllato i sospetti con gli smartphone che consentono la  lettura ottica dei documenti elettronici ed  i metal detector in dotazione. 

Nel periodo preso in esame – dal 1 al 5 luglio - l’intensificazione dei servizi istituzionali è stata attuata con l’impiego di 215 pattuglie in stazione, 58  a bordo treno e con numerosi servizi di vigilanza lungo le linee ferroviarie ed antiborseggio in abiti civili per contrastare i furti in danno dei viaggiatori. Sono state sottoposte a controllo 3.000 persone, 2 stranieri sono stati  arrestati per furto aggravato  e 6 persone sono state indagate per reati quali  inottemperanza al foglio di via obbligatorio, falsificazione di monete, spendita e introduzione nello stato di monete false;  ricettazione, introduzione nello Stato e commercio di prodotti con segni falsi, due stranieri irregolari sul territorio nazionale ed uno deferito  per un  delitto colposo di pericolo, dopo che aveva appiccato il fuoco nei pressi della strada ferrata in provincia di Caserta.