73 furti messi a segno in casa: arrestati due albanesi

Facevano parte di una banda che operava in tutta Italia con base in Campania

73 furti messi a segno in casa arrestati due albanesi
Caserta.  

I carabinieri di Osimo hanno arrestato a Santa Maria Capua Vetere e Casaluce (Caserta), in esecuzione di un'ordinanza del gip del tribunale di Ancona, 2 albanesi, rispettivamente di 36 e 32 anni, ritenuti responsabili, insieme ad altri complici in via di identificazione, di 73 furti in abitazione (di cui 17 tentati): 36 nelle Marche -  17 in provincia di Ancona, 13 in quella di Macerata e 6 in provincia di Fermo- 3 in Umbria - tutti a Foligno -  e 34 in Campania (tra le province di Salerno ed Avellino) per un bottino complessivo di 200 mila euro. Le indagini, durate 7 mesi, sono state condotte dal Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Osimo e sono partite da una sequenza di 7 colpi messi a segno a Camerano (Ancona) il 18 febbraio presso abitazioni poco distanti l'una dall'altra, a ridosso della corsia nord dell'A14. Individuata una banda nella provincia di Caserta, specializzata nei furti in appartamento con la tecnica del foro.