Policlinico: sospiro di sollievo per 40 lavoratori

Cassa integrazione per gli operai

policlinico sospiro di sollievo per 40 lavoratori
Caserta.  

Boccata d'ossigeno per i circa 40 lavoratori in servizio al cantiere del Policlinico di Caserta, l'infrastruttura i cui lavori sono fermi dall'inizio del 2018 per i problemi finanziari della societa' costruttrice da mesi in amministrazione straordinaria. Il Ministero del Lavoro ha infatti concesso ai dipendenti la cassa integrazione straordinaria per un anno, a partire dal dicembre 2018, con scadenza dunque alla fine del 2019; entro qualche giorno gli addetti percepiranno gli assegni relativi a dicembre e gennaio. "Un sospiro di sollievo importante - dice la segretaria della Fillea-Cgil di Caserta Irene Velotti - visto che i lavoratori avanzano numerosi stipendi, che finiranno pero' nella procedura concorsuale di concordato preventivo, richiesta lo scorso anno da Condotte per poter accedere all'amministrazione straordinaria". I dipendenti hanno anche protestato piu' volte; nel settembre 2018 tre operai salirono su una delle gru, a decine di metri di altezza, minacciando di buttarsi se non avessero percepito qualcuno degli stipendi arretrati; intervennero cosi' dei parlamentari casertani dei Cinque Stelle che riuscirono a far corrispondere ai lavoratori un solo salario, poi tutto si e' fermato. Sono ancora incerti inoltre i tempi di ripartenza dei lavori del cantiere, che sarebbero dovuti terminare, secondo un ambizioso cronoprogramma, entro il 2020