Gilet azzurri e la mobilitazione per i 25 anni del movimento

Il bilancio della manifestazione promossa da Forza Italia

gilet azzurri e la mobilitazione per i 25 anni del movimento
Caserta.  

"Tanti i cittadini avvicinati, molte le adesioni raccolte rispetto alle tematiche proposte, diversi i dirigenti impegnati in prima fila per confrontarsi con la gente, numerosi anche i giovani ed i militanti che durante l’intera giornata si sono alternati a presidio del gazebo allestito in piazza Margherita". E' il bilancio tracciato a Caserta per la giornata di mobilitazione nazionale 'jilet azzurri' lanciata dal presidente Silvio Berlusconi contro "le politiche del governo gialloverde e per celebrare i primi 25 anni di vita del movimento politico".

"L’iniziativa - evidenziano gli organizzatori in una nota - promossa dal coordinamento provinciale in sinergia con Azzurro Donna, Forza Italia Giovani ed il coordinamento cittadino del capoluogo, ha visto i rappresentanti di Forza Italia a vario livello impegnati, distribuire volantini ed illustrare le motivazioni dei No del partito alle scelte finora fatte dall’esecutivo centrale e, nel contempo, la contrarietà del popolo azzurro alle politiche della maggioranza al governo del paese su grandi opere, giustizia, sud, lavoro, welfare, tasse, fisco, politica estera ed altro ancora".

“I nostri gilet sono azzurri perché segnano la proposta e non solo la protesta - ha spiegato il deputato e presidente provinciale, Caro Sarro - in linea con azione politica di Forza Italia di costruire e di dare soluzioni ai problemi del Paese. Qui in Terra di Lavoro, il nostro partito può contare sul livello istituzionale degli eletti, e soprattutto sulla espressione del territorio, dai nostri sindaci e amministratori che sono tantissimi e da quanti hanno sempre militato in Fi, che oggi chiedono ascolto e spazio in questa fase di rilancio. Potenziare la base significa, dopo aver di recente riaperto la sede provinciale, avviare un ciclo di incontri sui territori per dare loro voce e possibilità a tutti di incidere sull’azione politica a livello provinciale, con la costituzione del coordinamento che avverrà dalla prossima settimana”. 

“Siamo impegnati da alcuni mesi in un lavoro che veda Forza Italia di nuovo punto di riferimento dei moderati - ha aggiunto il presidente della Provincia e coordinatore azzurro in Terra di Lavoro, Giorgio Magliocca - grazie ad una rete importante su tutto il territorio provinciale di sindaci, amministratori e grandi elettori che in queste settimane, sono impegnati nella preparazione delle liste per le prossime elezioni amministrative di primavera dove il centrodestra sarà compatto, unito e vincente, così da rendere il partito nuovamente protagonista dell’azione amministrativa a livello locale”. Presente anche la senatrice Sandra Lonardo che ha evidenziato: "Anche Caserta, come Benevento ed Avellino, farà la sua parte rispetto ai migliori candidati che il Presidente Berlusconi, insieme ai coordinatori regionali, metteranno in campo per vincere la competizione delle competizioni”. 

“La mobilitazione di ieri - ha commentato Adele Vairo, responsabile regionale di Azzurro Donna - é utile a riconquistare l'elettorato del centrodestra con un impegno ritrovato. Urge un piano politico per il Sud, che deve diventare attrattore di risorse che dovranno essere investite in infrastrutture, turismo, digitalizzazione dei sistemi e che incentivi la assunzione dei giovani attraverso sgravi fiscali ragionati”.

“Oggi è importante parlare con i giovani che sono disinteressati alla politica - ha concluso Alessandro Carfora, vice coordinatore regionale di Fi Giovani - nelle strade come nelle scuole e nelle università, e Caserta deve farlo da subito se vuole tornare ad essere la provincia più azzurra d’Italia"