Mergellina,viveva da anni tra gli scogli: affidato alla figlia

Il lieto fine. Il commovente abbraccio con la figlia

mergellina viveva da anni tra gli scogli affidato alla figlia
Napoli.  

Viveva da anni, in un ricovero di fortuna che si era ricavato tra gli scogli di Napoli, a Mergellina. Una storia di solitudine, la storia di un invisibile che si è chiusa con un commovente lieto fine.

Gli agenti dell'unita Operativa Chiaia, che da giorni stanno, congiuntamente alla Guardia Costiera, partecipando ad una operazione di sgombero e smantellamento di moli ed ormeggi posizionati abusivamente sul Lungomare di Mergellina, hanno individuato  l'uomo senza fissa dimora, un 60enne napoletano, che da anni aveva lasciato la famiglia e viveva sulla scogliera, in un ricovero di fortuna, che si era ricavato nella scogliera. Un riparo, un letto, coperte e le sue cose accumulate e raccolte sul mare, dove da un decennio si era accampato.

Il personale impegnato è riuscito a ricongiungere il senza fissa dimora napoletano sessantenne che da anni viveva lontano dai familiari trovando dimora proprio tra gli scogli di Napoli.
Gli agenti, contattati i figli dell’uomo e in collaborazione con i servizi sociali comunali, sono riusciti a far ricongiungere con un abbraccio l’uomo con la figlia che non vedeva da più di 10 anni alla quale lo stesso è stato affidato. 

Dopo che l'uomo è stato consegnato alla famiglia, al sicuro delle mura domestiche, gli agenti della Municipale hanno provveduto a demolire anche il capanno che il 60enne aveva adibito a ricovero.