Sgomberato l’ex bar dell’Ospedale San Giovanni Bosco

Verdoliva: stiamo estirpando le sacche di illegalità

sgomberato l ex bar dell ospedale san giovanni bosco
Napoli.  

Sono iniziate le operazioni di sgombero dei locali dell’ex bar-ristorante, gestito dalla DEA s.r.l., chiuso dopo una ispezione dei NAS dei Carabinieri. 

Allo sgombero hanno assistito, oltre  all'ufficiale giudiziario, le forze dell'ordine per prevenire possibili tensioni da parte dei dipendenti della società. 

Sulla vicenda è intervenuto il direttore generale della ASL 1 Napoli Centro, Ciro Verdoliva affermando che “Lavoriamo per restituire all'ospedale uno spazio che per troppo tempo è stato sottratto".

Alla "Dea s.r.l" è stato offerto di recuperare i beni mobili ed i generi alimentari abbandonati all'interno dei locali. I beni alimentari in cattivo stato di conservazione sono stati smaltiti ed i locali sono stati sottoposti a disinfestazione. Gli spazi dell'ex bar-ristorante saranno destinati ad un asilo nido, spazio per i figli dei dipendenti, che potrà servire anche come "baby parking" per genitori che devono recarsi in visita dai degenti. 

“Si tratta di un passaggio fondamentale per un percorso che ho intrapreso al mio arrivo alla ASL Napoli 1 Centro - ha sottolineato Verdoliva - perché non si può avviare un cambiamento reale senza estirpare sacche di illegalità che per decenni hanno messo radici creando zone d'ombra”.

Infine il direttore generale Verdoliva ha evidenziato che “Il Presidente ha accolto con grande entusiasmo il progetto dell’asilo nido all’interno dell’ospedale e ci ha spronati con il suo solito piglio e con un concreto finanziamento già disponibile”.