Attraversa la strada, rischia investimento e anziché soccorsa viene accoltellata

L'episodio di violenza sul lungomare di Napoli, la donna è stata trasportata in ospedale

attraversa la strada rischia investimento e anziche soccorsa viene accoltellata

Si indaga

Napoli.  

Stava attraversando a piedi la strada sul lungomare di Napoli, quando è sopraggiunta un'auto che ha rischiato di travolgerla in pieno. E' successo in via Giordano Bruno. Una frazione di secondi, una discussione subito accesa e la tragedia sfiorata solo per un soffio. La donna, anzichè soccorsa, è stata affrontata dalle due persone a bordo della vettura con violenza, tanto da finire in ospedale con ferite da coltello al braccio. Indagini in corso.

"Una passeggiata sul Lungomare di via Caracciolo ha rischiato di finire in tragedia. La signora ha redarguito il guidatore ma a quel punto dopo essere stato ricoperta da una valanga di insulti, anche volgari ed osceni, la donna è stata raggiunta dalla compagna dell’automobilista, nel frattempo uscita dall'auto, che dopo aver estratto un coltello a scatto dalla borsa, ha colpito la signora con due fendenti al braccio ferendola anche al muscolo. La donna che tra l'altro è una volontaria a favore dei senza tetto ha con determinazione chiesto giustizia confermando la denuncia e l'identificazione degli aggressori.

Innanzitutto esprimiamo la nostra solidarietà alla signora a cui va tutto il nostro appoggio per aver avuto tanto coraggio nel denunciare e di non essersi fatta intimidire da questi criminali. Napoli, purtroppo, è sempre più infestata da questi delinquenti e violenti che stanno rendendo le strade off-limits per la gente perbene. Aggrediscono le persone e addirittura le uccidono per nulla come è avvenuto l'altra sera al rider pestato a sangue da una baby gang per non aver accettato di essere "bullizzato". Se non si interviene in maniera determinata ed ostinata a breve la città sarà totalmente in mano ai clan, ai criminali e alla mala gente. È questo ciò che si vuole? Sicuramente no. Per questo serve la certezza della pena per fermare questa criminalità dilagante. Ringraziamo Pino Grazioli per aver segnalato questa vicenda.”- hanno dichiarato il Consigliere Regione di Europa Verde Francesco Emilio Borrelli ed il conduttore radiofonico Gianni Simioli.