Sversamento e gestione illecita di rifiuti: nuovo sequestro nel napoletano

Controlli ambientali dei carabinieri. Focus sui siti di stoccaggio in Campania

sversamento e gestione illecita di rifiuti nuovo sequestro nel napoletano

Nei guai tre persone

Napoli.  

Sversamento e gestione illecita di rifiuti. Anche questo nel bilancio dei controlli dei carabinieri della compagnia di Casoria per la tutela dell’ambiente. I militari, insieme a quelli della stazione forestale di Marigliano, hanno rivolto la loro attenzione alle aziende manifatturiere di Caivano, Afragola, Arzano e Casoria e ai vari terreni abbandonati nei quali vengono regolarmente segnalati cumuli di rifiuti. Tre le persone denunciate, tutte parti di una ditta di commercio di materiali ferrosi d Caivano. Contestati gestione illecita di rifiuti e irregolarità nello scarico delle acque reflue.

Sequestrata l’area dove erano stoccati rifiuti di varia natura oltre i limiti previsti dalla legge. Durante il servizio sono state individuate 3 aree sensibili, nei comuni di Arzano, Casoria e Afragola, nelle quali erano depositati rifiuti abbandonati senza criterio o autorizzazione.

Una minaccia concreta alla salute considerato che spesso per far spazio a nuova immondizia si incendia quella precedentemente sversata. Senza pensare che i fumi generati dalla combustione sono potenziali vettori di patologie respiratorie. In particolare, nei pressi di un campo rom ad Arzano sono stati rilevati cumuli di pneumatici, materiale di risulta e parti elettriche di elettrodomestici. I terreni saranno bonificati.