Adescavano 18enne su Instagram per monetizzare il bonus cultura: 16 arresti

Ai ragazzi 300 euro in contanti, il resto veniva diviso tra complici: sequestrato 1 milione e mezzo

adescavano 18enne su instagram per monetizzare il bonus cultura 16 arresti
Napoli.  

Adescavano 18enni su Instagram per incassare i 500 euro del bonus cultura. Guardia di finanza e procura di Napoli hanno incastrato una coppia partenopea che, secondo l’accusa, avrebbe causato al ministero della Cultura un danno di oltre 1 milione e mezzo di euro.

Complessivamente sono 16 le persone indagate: in carcere è finito un commerciante all’ingrosso di computer, per altre 15 sono invece scattati i domiciliari. Tra queste, la moglie dell’uomo. Le accuse contestate, a vario titolo, sono di associazione per delinquere e truffa aggravata.

Secondo gli investigatori avrebbero monetizzato illecitamente oltre 3mila voucher. La coppia tratteneva il 30% dell’importo, il resto finiva nelle mani di procacciatori e complici. Ai ragazzi destinatari del bonus veniva erogata una ricarica su poste pay. Contestualmente alle misure cautelari, le fiamme gialle hanno eseguito anche un sequestro di beni nei confronti degli indagati per circa 1 milione e mezzo di euro.