Camorra, estorsione al Savoia calcio: le mani del clan Gionta sul pallone

Oggi i carabinieri del gruppo di Torre Annunziata hanno eseguito un'ordinanza di custodia cautelare

Arrestate quattro persone per associazione a delinquere di tipo mafioso, estorsioni, aggravate sotto il duplice profilo della modalità mafiosa e dell'agevolazione del clan Gionta

Torre Annunziata.  

 Richieste di pizzo alla società calcistica Savoia di Torre Annunziata (Napoli), finita nel mirino del clan Gionta. Ad indagare su presunti episodi estorsivi della camorra è la Direzione distrettuale antimafia di Napoli: oggi i carabinieri del gruppo di Torre Annunziata hanno eseguito un'ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal gip del tribunale di Napoli, nei confronti di quattro persone.

I reati contestati vanno dall'associazione a delinquere di tipo mafioso alle estorsioni, aggravate sotto il duplice profilo della modalità mafiosa e dell'agevolazione del clan Gionta. Gli episodi estorsivi sarebbero stati commessi anche ai danni di un elettricista (tentata estorsione) e dell'amministratore di una rivendita ittica.