Frana a Ischia per il maltempo, tragedia immane: morti e dispersi

Questa mattina intorno alle 5 si è originata una frana dalla parte alta di Via Celario

Salvi padre, madre e neonato. Ancora dispersa una 25enne. Altra famiglia dispersa: padre, madre e due bambini

Ischia.  

"Ci sono otto morti accertati per la frana a Ischia". Lo ha detto il vicepremier e ministro delle Infrastrutture, Matteo Salvini. E' pesantissimo il bilancio del maltempo in Campania.  "Ci sono i soccorritori che lavorano in condizioni difficili - ha aggiunto il Ministro - Se è curato e protetto questo è il Paese più bello del mondo". Ma i carabinieri smentiscono: ci sono 9 dispersi, non trovati per ora cadaveri. Ma è chiaro che la tragedia è immane. 

Salvati padre, madre e neonato 

Sono stati trovati padre, madre e neonato dati inizialmente per dispersi a Casamicciola Terme, sull'isola d'ISCHIA. Il nucleo familiare, che vive nella zona maggiormente interessata dalla frana, è stato recuperato e viene portato in questo momento all'ospedale Rizzoli di Lacco Ameno. Lo ha reso noto il prefetto di Napoli, Claudio Palomba, nel corso di un punto stampa in Prefettura dove da questa mattina è stato insediato il centro coordinamento soccorsi. 

Piantedosi: difficoltà in operazioni di soccorso

Intanto, il ministro dell'Interno Matteo Piantedosi è nel Centro operativo nazionale dei Vigili del Fuoco per seguire in video conferenza con tutte le istituzioni impegnate le operazioni di soccorso per la frana a Casamicciola

."Ci sono difficoltà nelle operazioni di soccorso", ha detto Piantedosi. "Le condizioni climatiche sono ancora molto impegnative, stiamo mandando mezzi sia via mare sia per il sorvolo aereo", ha affermato. I dati, fanno sapere dal Viminale, relativi a quanto sta accadendo, sono in continua evoluzione. "Al momento non ci sono morti accertati".

La frana iniziata alle 5 del mattino

A Ischia questa mattina intorno alle 5 si è originata una frana dalla parte alta di Via Celario che ha raggiunto il lungomare in Piazza Anna De Felice. La frana ha travolto alcune auto in sosta trascinandole fino al mare. Un uomo, travolto dal fango, è stato recuperato e salvato. È cosciente. Due le abitazioni travolte in via Celario. Sul posto i Carabinieri di Ischia e la protezione civile che parlano di cinque dispersi.

Alcune persone sono rimaste bloccate all'interno dell'Hotel Terme Manzi di Casamicciola, senza corrente elettrica. Sul posto sono arrivati i soccorsi.

Seconda famiglia dispersa: padre, madre e due bambini 

Secondo quanto si apprende, oltre ai cinque dispersi accertati a Casamicciola, non si hanno al momento notizie di una famiglia composta da padre, madre e due bambini che abitano a monte di Piazza Maio, nella zona interessata in pieno dalla frana e non ancora raggiungibile da parte dei mezzi di soccorso.

Salvato uno dei giovani dispersi 

I soccorritori a Casamicciola in una delle case interessate dalla frana di questa mattina alle 5 nell'isola di Ischia, hanno recuperato dal fango il giovane Gianluca Monti vivo.

L'uomo vive insieme al figlio e alla compagna, che si cercano tuttora, in una abitazione al civico 8 di via Celario che e' tra quelle travolte e distrutte da fango e detriti. E' stato portato in ospedale per accertamenti. 

Il prefetto: stiamo evacuando la zona circostante alla frana

Stiamo evacuando la zona circostante a quella della frana". Lo ha detto il prefetto di Napoli, Claudio Palomba, facendo il punto con la stampa sulla situazione di Casamicciola.

"In via preventiva - ha aggiunto - stiamo spostando tutti i nuclei familiari che vivono nella zona prospiciente alla frana e per il momento li stiamo radunando nel palazzetto dello Sport del Comune di Ischia, successivamente saranno dislocati in strutture alberghiere individuate grazie alla disponibilità di tutti i sindaci dell'isola. Se necessario, ne individueremo un numero più ampio".Sull'isola intanto "in qualche modo" si sta ripristinando la viabilità

Salvate due persone a bordo di un'auto 

I due occupanti di un'auto trascinata in mare durante gli smottamenti a Casamicciola sono stati tratti in salvo. E' quanto si apprende dai vigili del fuoco. Non si conosce, invece, la sorte di altri automobilisti le cui vetture risultano finite anch'esse in mare. I vigili del fuoco sono impegnati nel soccorrere la popolazione e nella ricerca dei dispersi, ma sottolineano le difficoltà a raggiungere l'isola con motobarche ed elicotteri. (

Il parroco: sto chiamando i dispersi, non mi rispondono

"Sto provando a chiamare alcune persone che risulterebbero disperse ma purtroppo al momento non ho ricevuto risposta". Così don Gino Ballirano, parroco della chiesa di Santa Maria Maddalena, a Casamicciola, interpellato dall'Ansa, racconta i momenti difficili che si vivono sull'isola dopo la frana di questa mattina. "Sto cercando di andare sul posto ma la strada sotto casa mia è bloccata da un muro di auto ed alberi".

Don Gino spiega che la Diocesi di Ischia ha mobilitato la Caritas per la prima accoglienza.

Sindaco di Ischia: numero dispersi ancora incerto, è una tragedia

  "E' una tragedia, il numero dei dispersi è ancora incerto a Casamicciola. A causa del maltempo sul territorio isolano di Ischia abbiamo anche altre situazioni di difficoltà localizzate, ma per fortuna in questo caso non di particolare gravità, come allagamenti e altre situazioni trattabili ed arginabili". Lo riferisce il sindaco di Ischia, Enzo Ferrandino.

Ischia: almeno 100 persone intrappolate in casa senza acqua e luce 

Attualmente nella zona di via Celario, a Casamicciola, si stima che siano almeno 30 le famiglie intrappolate nelle proprie case e che sono senza acqua e senza luce. Si tratta in totale di circa 100 persone che devono essere ancora raggiunte.

La strada che porta alle loro abitazioni, via Santa Barbara, è attualmente impraticabile per il fango, i massi e i detriti che la ostruiscono e si sta provando a liberarla con diverse macchine movimento terra e idrovore.

Il sindaco di Ischia ai cittadini: "Rimanete a casa" 

"Cari concittadini a causa delle avverse condizioni meteo e dei pesanti danni che si sono già verificati nel comune di Casamicciola Terme vi chiedo di rimanere nelle vostre abitazioni e di non mettervi in movimento. Vi comunicherò in seguito l'evolversi della situazione. Grazie per la responsabile collaborazione". Così in un post su Facebook il sindaco di Ischia Enzo Ferrandino.

Frana Casamicciola: uomo in codice rosso in ospedale 

 Un uomo di circa 60 anni è stato trasportato in codice rosso all'ospedale Rizzoli di Ischia. E' rimastro travolto da una frana in piazza Maio, una delle zone più colpite di Casamicciola. All'ospedale sono arrivate numerose richieste di sacchi per cadaveri dalle squadre dei soccorritori.

30 famiglie isolate a Casamicciola: case a rischio crollo 

Ci sono attualmente 30 famiglie isolate nella zona del Celario, a monte di piazza Maio, la zona del comune di Casamicciola Terme sull'isola d'Ischia che nel 2017 fu quella maggiormente colpita dal terremoto. Lo spiega il sindaco di Lacco Ameno, Giacomo Pascale. La situazione nella zona di via Celario è particolarmente preoccupante, spiega Pascale, perché in diversi punti il terreno sotto le case è franato e le abitazioni sono considerate a rischio crollo.

"Stiamo cercando di aprire un varco pedonale per portare queste persone a piazza Maio e da lì trasportarle verso i comuni di Lacco Ameno e Forio attraverso la strada borbonica, che in questo momento è quella più pulita e più sicura, per farli alloggiare", spiega Pascale che intanto ha già messo a disposizione il Palazzetto dello sport adiacente l'ospedale Rizzoli per accogliere le persone in fuga dalle abitazioni a rischio.

Decine di auto e minibus trascinati a mare 

La circolazione stradale, a Casamicciola, è bloccata per molte strade e i soccorsi faticano ad arrivare nei punti più colpiti dall'alluvione, in cui gli smottamenti hanno travolto alcune case dei cui occupanti al momento non si hanno notizie certe. Come per l'alluvione del 2009, una gran massa di acqua fango e detriti si è riversata verso il mare, travolgendo tutto quello che ha incontrato sul suo cammino; sono decine le auto trascinate dalla lava che ha trovato il suo sbocco in piazzale Anna De Felice, intitolato alla ragazza che proprio in quella zona perse la vita travolta dal fango 13 anni addietro.

Le auto ed anche alcuni minibus parcheggiati sono finiti in mare ed attualmente il porto di Casamicciola è chiuso. Le zone più colpite dall'alluvione sono quelle di piazza Bagni, piazza Maio e Rarone: qui si registra il maggior numero di frane e visto che diverse case sono raggiungibili solo attraverso stradine strette ed impervie, i soccorritori non sono per il momento riusciti a controllarle tutte ed accertare la reale entità di danni alle persone oltre che alle abitazioni.

A Casamicciola i vigili del fuoco hanno soccorso un uomo che era stato travolto dal fango e non riusciva a mettersi in salvo da solo; portato all'ospedale Rizzoli sta bene e dovrebbe essere dimesso a breve. Tutte le forze dell'ordine ed i volontari disponibili sull'isola si sono recati nelle zone colpite del comune e stanno prestando soccorso. 

Appello dei sindaci dell'isola di Ischia: evitate spostamenti 

 I sindaci dei comuni dell'isola d'Ischia invitano i cittadini a non uscire di casa e ad evitare gli spostamenti sul territorio. L'indicazione sarà oggetto di un'ordinanza che a breve pubblicheranno i sindaci di Ischia Enzo Ferrandino, di Lacco Ameno Giacomo Pascale, di Serrara Fontana Irene Iacono, di Barano Dionigi Gaudioso e di Forio Francesco Del Deo, e il commissario prefettizio di Casamicciola Terme Simonetta Calcaterra. Con l'ordinanza si disporrà ai cittadini di restare in casa "fino a cessata emergenza considerati i forti rischi per la pubblica e privata incolumità". 

Sospesi i collegamenti per Ischia da Napoli 

Al momento risultano interrotti i collegamenti via mare per Ischia da Napoli. Sono garantite solo le corse da Pozzuoli prioritariamente per le squadre di soccorso. Altri volontari sono stati inviati al centro Operativo Comunale istituito dal Commissario Prefettizio. L'Asl Napoli 2 ha immediatamente attivato l'elisoccorso.

Il Ministro dell'Ambiente in contatto con il prefetto di Napoli 

Il ministro dell'Ambiente e della sicurezza energetica, Gilberto Pichetto Fratin, "appena appresa la notizia della frana che ha colpito Ischia, ha chiamato il Prefetto di Napoli, Claudio Palomba, per avere aggiornamenti, in modo particolare, sulle persone disperse. Prima priorita'. Il prefetto - riferiscono in una nota - ha informato il ministro sullo stato della situazione. Nuovi contatti ci saranno durante il giorno". 

Il Ministro Sangiuliano in Prefettura a Napoli 

 Il ministro della Cultura Gennaro Sangiuliano è arrivato in Prefettura a Napoli per seguire da vicino la situazione di Ischia.

Sangiuliano è nel capoluogo campano dove questa mattina ha partecipato alla presentazione della candidatura del culto di San Gennaro a patrimonio culturale immateriale dell'Unesco. 

Centro di coordinamento dei soccorsi in prefettura 

 Le squadre della Protezione civile regionale sono all'opera dall'alba di questa mattina sull'Isola di Ischia per supportare i soccorsi alla popolazione rimasta colpita dalle frane che hanno interessato Casamicciola e altri punti dell'isola.

Altri volontari, della Sma Campania e delle unità cinofile coordinati dalla Sala operativa regionale stanno arrivando da tutta la Campania dotate di mezzi di soccorso: pale meccaniche, bobcat, motopompe, idrovore, escavatori e torri faro per garantire la continuità degli interventi anche in serata. Il Presidente De Luca e il direttore della Protezione civile regionale, Italo Giulivo, partecipano al Centro Coordinamento Soccorsi convocato in Prefettura

Casamicciola, il sindaco Manfredi in Prefettura 

Il Sindaco Metropolitano Gaetano Manfredi, fin dalle prime ore della mattinata, sta seguendo l’evolversi della situazione di Casamicciola ed ha interloquito con il Prefetto di Napoli Claudio Palomba e il Commissario Prefettizio del Comune di Casamicciola Simonetta Carcaterra. "Grande attenzione per l'evolversi della situazione di Casamicciola ad Ischia". Lo scrive su Twitter il sindaco di Napoli e della Città metropolitana di Napoli, Gaetano Manfredi, che si trova in Prefettura "per coordinarci sulle attività da mettere in campo. Tecnici e operatori della Città metropolitana sono già sul posto, con tutti gli uomini e i mezzi a disposizione", aggiunge Manfredi. 

Nappi: dichiarare subito lo stato di calamità naturale 

 "Ci stringiamo con grande affetto ai cittadini di ISCHIA e in particolare di Casamicciola colpiti stanotte da una nuova emergenza. Di fronte a questo nuovo drammatico evento occorre una risposta immediata. Dichiarare immediatamente lo stato di calamità naturale e disporre l'intervento della Protezione Civile per garantire ogni forma di sostegno alla popolazione".

Così in una nota Severino Nappi, capogruppo della Lega nel Consiglio regionale della Campania, a nome di tutto il gruppo. "Sin d'ora - aggiunge Nappi - chiediamo che vengano stanziati fondi per cittadini e imprese e soprattutto che venga adottato un intervento organico che ponga rimedio ai problemi di dissesto idrogeologico della nostra isola più grande e strategica". 

Santillo (M5S): "Da Ischia immagini terrificanti"   

"Immagini e notizie drammatiche ci giungono da Casamicciola Terme, dove a seguito di una frana diverse persone risulterebbero disperse, tra le quali purtroppo, stando alle prime notizie, anche un neonato con la sua famiglia. La mia vicinanza a quanti stanno vivendo ore di angoscia sull'isola, nell'auspicio che il bilancio dei dispersi si azzeri".

Così Agostino Santillo, vicepresidente del Movimento 5 Stelle alla Camera dei Deputati. "Grazie a tutti i soccorritori e a quanti stanno contribuendo alle operazioni di salvataggio e messa in sicurezza del territorio. Parliamo di un territorio già devastato dall'alluvione del 2009, rispetto al quale, dopo questa fase, sarà necessario avviare una seria riflessione riguardo la sicurezza dell'area", conclude Santillo. 

Scuole e parchi chiusi a Napoli

Scuole e parchi chiusi a Napoli e allerta in Campania per il maltempo. La regione e' interessata gia' da dalla serata di ieri da abbondanti piogge ed e' in vigore un avviso di allerta della Protezione civile fino alle 21 di oggi. L'allerta e' 'arancione' sulle zone 1, 2 e 3 (Piana Campana, Napoli, Isole, Area Vesuviana, Alto Volturno e Matese, Costiera Sorrentino-Amalfitana, Monti di Sarno e Monti Picentini), mentre e' 'gialla' sul resto del territorio regionale.

L'invito da parte dell'Amministrazione comunale di Napoli ai cittadini e' di "limitare gli spostamenti a quelli strettamente necessari". A Salerno, fino a questa sera, restano chiusi parchi e giardini pubblici. Nel Casertano, vengano segnalati un albero caduto e un cavo elettrico danneggiato.

(in aggiornamento)