Patuanelli: sulla Whirlpool lavoriamo ad un’alternativa

Allo studio le ipotesi di Invitalia nel settore automotive e avio

patuanelli sulla whirlpool lavoriamo ad un alternativa
Napoli.  

Mantenere aperto lo stabilimento Whirlpool di Napoli resta "l'opzione A", ma "poi assieme a Invitalia abbiamo fatto un percorso per non trovarci senza alternativa, non possiamo permetterci di stare senza un'alternativa". Lo ha detto il ministro dello Sviluppo economico, Stefano Patuanelli al tavolo con azienda e sindacati.

"Stiamo lavorando con gruppi di eccellenza assoluta, non con imprese diciamo improvvisate - ha aggiunto il ministro - come purtroppo qualche volta è successo in passato. Quando parliamo di Adler group e Htl parliamo di eccellenze, sono dimensionalmente molto solidi e riconosciuti, presenti da molto tempo". 

Le ipotesi allo studio di Invitalia nel settore automotive e avio possono assorbire per ora fino a 272/282 lavoratori dello stabilimento Whirlpool di Napoli. In particolare nel settore avio, centralizzare la produzione di Adler Group nell'area comporterebbe, si legge nelle tabelle presentate al tavolo, un investimento di 15,3 milioni di euro e 52 posti di lavoro. A questi si aggiungerebbero il progetto dello stesso gruppo per le batterie a idrogeno nell'automotive con 18,6 milioni di investimenti e 20 occupati, l'ampliamento produttivo di Htl (50/60 addetti) e la localizzazione di un altro operatore con 150 addetti.