Migranti, De Magistris telefona a Mattarella

Il sindaco ha informato il Presidente della straordinaria mobilitazione sul caso Sea Watch

migranti de magistris telefona a mattarella
Napoli.  "Sul caso Sea Watch abbiamo messo un campo un lavoro politico fortissimo e ieri ho anche chiamato il presidente della Repubblica Sergio Mattarella per informarlo della straordinaria mobilitazione dei napoletani". A dirlo il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, intervenendo all'appuntamento settimanale su Televomero. "Ieri - ha ricostruito - abbiamo inviato il vicesindaco Enrico Panini a Malta, per un dialogo con l'amministrazione di La Valletta, con l'arcivescovo maltese. Ieri mattina ho chiamato anche il presidente della Repubblica Sergio Mattarella a cui ho esposto quello che la città di Napoli sta facendo e la straordinaria mobilitazione dei napoletani. Ho tenuto a rappresentare al presidente, che rappresenta il Paese ed è il garante degli equilibri costituzionali, che il Comune di Napoli insieme a tante altre realtà territoriali, istituzionali e associative era in grado di - ha proseguito il sindaco - ospitare da subito le persone in pericolo di vita". De Magistris ha poi proseguito: "Abbiamo messo in campo un'azione che ci fa sentire orgogliosi di appartenere a quella parte del genere umano che non si volta dall'altra parte. Poi che Napoli sia stata determinante per la riuscita nelle operazioni di salvataggio, direi che rende la città ormai un punto di riferimento saldo, un luogo in cui coniugare diritto, giustizia, buona politica, amministrazione e umanità", ha concluso.