Coronavirus: la "zona rossa" non ferma il mercato a Salerno

I venditori di Piazza Casalbore: "Non abbiamo avuto comunicazioni ufficiali"

Salerno.  

Anche Salerno diventa “zona rossa”, vietati gli spostamenti ma resta attivo il mercato. I cittadini che sono passati per piazza Casalbore questa mattina non si aspettavano di trovare lì bancarelle e commercianti dopo che in serata il premier Conte aveva comunicato le nuove misure previste dal DPCM per l'emergenza Coronavirus. 

Le direttive estendono la condizione di “zona rossa” a tutto il territorio nazionale imponendo le regole già in vigore in Lombardia. Tra le misure previste per evitare il contagio, anche il divieto di assembramento. Eppure in mattinata, sebbene a distanza, i tanti ambulanti che affollano la storica piazza salernitana hanno esposto le loro merci e invogliato i passanti a fermarsi. Una situazione analoga anche agli altri mercati cittadini nei quartieri di Pastena e Torriore, regolarmente attivi.

“Molti in realtà sono rimasti a casa e così, tra qualche assente e qualcuno che ha già smontato adesso siamo larghi, ma in realtà non abbiamo ricevuto nessuna comunicazione ufficiale. Hanno detto che sono in aggiornamento e ci faranno sapere. Nel caso dovessero decidere di sospendere il mercato dovremmo rimanere tutti a casa. Senza nessun risarcimento.” spiega Domenico, uno dei venditori presenti in piazza Casalbore.

“C'è bisogno di chiarezza, che ci venga data una linea guida seguire, uguale per tutti. Tra l'altro, so che i supermercati lavoreranno normalmente. Personalmente penso abbia più senso lasciare aperti i mercati, che sono all'aria aperta, che i supermercati, visto che sono luoghi chiusi in cui è più probabile si creino assembramenti.” dichiara il venditore, un pensiero condiviso anche dai tanti suoi colleghi.

La decisione di un' effettiva sospensione del mercato cittadino sarebbe solo la goccia finale: “Il vero mercato si fa con il passaggio di gente, perdendo quello perdi il mercato. Già adesso i pullman sono vuoti, gli uffici non lavorano, i negozi stanno cominciando a chiudere e la gente preferisce consumare prima le cose che ha in frigo e far passare questo momento, considerando anche il divieto di spostamenti. Lo capisco, ma dovrebbero avvisarci per tempo, perchè altrimenti continueremo a comprare merce deperibile con la possibilità non riuscire a venderla.” commenta Domenico.

E intanto i banchi di frutta e verdura vengono svuotati dai tanti cittadini che, con l'incognita della sospensione del mercato, fanno provviste per i prossimi giorni. In merito alla faccenda si è espresso anche il presidente della commissione trasparenza di Salerno, Antonio Cammarota, che ha commentato lo svolgimento del mercato con un "Assembramenti non accettabili. Così non va"