Terzo giorno di proteste: flash mob davanti alla Prefettura

I commercianti scendono ancora una volta in piazza Amendola

terzo giorno di proteste flash mob davanti alla prefettura
Salerno.  

Non si fermano le proteste a Salerno. Da venerdì, giorno in cui il governatore Vincenzo De Luca ha chiesto il lockdown in Campania, cittadini, sindacalisti, commercianti sono scesi in piazza per manifestare contro le nuove ordinanza. Attimi di tensione si sono sfiorati nella serata di ieri, quando alcuni cittadini hanno tentato di raggiungere la casa di Vincenzo De Luca, sul rione Carmine. Presente, in strada, la Polizia di Stato che è riuscita a gestire la situazione. 

Nel pomeriggio di oggi, alle 18, un nuovo flash mob di protesta è previsto in piazza Amendola. "L’Associazione Commercianti per Salerno comunica che organizzerà un flash mob pacifico per manifestare il proprio dissenso contro le politiche del governo e della regione . Gli associati si recheranno sotto gli uffici della prefettura, mantenendo il distanziamento sociale, mostrando degli striscioni dai contenuti non offensivi nei confronti degli amministratori pubblici . L’ultimo Dpcm ha sancito in pratica la morte del commercio, quindi chiediamo solo di avere una possibilità di proseguire la nostra attività". Questa la nota dell'associazione salernitana.

Le richieste dei commercianti sono: l'istituzione di un fondo perduto per attività costrette alla chiusura o ad una riduzione dell'orario di lavoro; l'abolizione di tutti i tributi locali fino al 31 dicembre 2021; rottamazione cartelle e prolungamento dilazione su avvisi bonari; prolungamento credito d'imposta sui canoni di colazione al 60 per cento per tutto il 2021, dando la possibilità di usufruire degli spazi esterni aggiunttivi anche d'inverno.