Giustizia per Chicca: udienza sul caso della cagnolina morta

Continua la battaglia degli animalisti in difesa della cucciola uccisa dal suo padrone

giustizia per chicca udienza sul caso della cagnolina morta
Salerno.  

Lunedì 14 gennaio presso gli uffici della nuova Cittadella giudiziaria si terrà un'altra udienza sul caso di Chicca, la cucciola uccisa nel quartiere Pastena il 15 febbraio 2017.

Nella precedente udienza dello scorso 3 dicembre l'imputato Antonio Fuoco ha provveduto alla sostituzione del suo avvocato. Il nuovo difensore, com'era suo diritto, ha dunque chiesto ed ottenuto un rinvio della causa. Tuttavia il giudice, dottore Paolo Valiante ha predisposto un rinvio a brevissimo. Inoltre il magistrato è stato molto esplicito nella sua intenzione di iniziare il processo alla prossima udienza.

Il nuovo legale di Antonio Fuoco ha asserito in aula che probabilmente anche lui accederà ad un rito alternativo, in particolare chiedendo un "giudizio abbreviato condizionato", il che vuol dire che l'imputato condiziona appunto la sua richiesta di giudizio abbreviato all'acquisizione di determinate prove dallo stesso indicate. I legali delle associazioni animaliste che intendono costituirsi parte civile, invece, hanno fatto sapere di auspicare che si vada al processo ordinario.

L'avvocato di Fuoco ha altresì preannunciato di volerlo far presenziare al processo nel corso della prossima udienza ed ha richiesto idonee garanzie per lui. “Si tratta di un prendere tempo che, a nostro avviso e nonostante la legge lo consenta, non gli risparmierà la giusta sentenza in cui confidiamo sin da quel triste giorno di quasi due anni fa, che ha scosso l'intera città di Salerno e non solo” precisano gli animalisti.