Castellabate, linea dura contro gli incivili delle spiagge

Occupazione abusiva dell'arenile, spazzatura e turisti in giro in costume: controlli a raffica

castellabate linea dura contro gli incivili delle spiagge
Castellabate.  

Scattano nuovi controlli al fine di tutelare il decoro e l'immagine del territorio nel comune di Castellabate. L'amministrazione comunale, con l'assessore al turismo e alla cultura, Luisa Maiuri in sinergia con il consigliere Marco Di Biasi, si sono attivati per proteggere l'immagine di una delle punte di diamante delle mete estive del turismo cilentano. Zero sconti per chi non rispetta le regole basilari del vivere civile.

Il comandante della polizia municipale Manola D'Amato, appena insediato, ha già dato il via a diverse operazioni di controllo per contrastare alcune difformità alle normative vigenti, quali: occupazione non autorizzata di suolo pubblico, commercio abusivo, rispetto della raccolta differenziata e ulteriori altri controlli tesi a contrastare le passeggiate a torso nudo e l’ingresso con costume da bagno nelle attività commerciali. 

Partono, inoltre, i controlli in sinergia con la guardia costiera, guidata dal comandate Sandro Rizzo, lungo tutto il litorale al fine di verificare il rispetto delle regole in spiaggia e di bandire il fenomeno dell’abbandono sull’arenile degli ombrelloni dopo il tramonto e la vendita e l’occupazione non autorizzata.

Ancora controlli anche sull'imposta di soggiorno prevista dal comune di Castellabate ed accertamenti sugli alloggi per case vacanze non in regola con la legge regionale. Il vicesindaco con delega al turismo e alla cultura, Luisa Maiuri, commenta così l'ormai consueto iter di controlli: «Castellabate è un località turistica di prim'ordine che può ambire ad un turismo di qualità, per questo con azioni mirate e sempre più organizzate e con il supporto operativo delle forze dell’Ordine, bisognerà contrastare, senza mezze misure i fastidiosi fenomeni di malcostume».