Mare inquinato: divieto di balneazione ad Atrani

L'ordinanza del sindaco del comune della Costiera “in via cautelativa”

mare inquinato divieto di balneazione ad atrani
Atrani.  

Mare inquinato, divieto di balneazione ad Atrani. A disporlo, con ordinanza numero 6/2019 emessa in data odierna, il sindaco del comune, Luciano De Rosa Laderchi. Emanato un divieto temporaneo di balneazione "in via cautelativa" su tutto il litorale di propria pertinenza. A portare al provvedimento "un inconveniente" di breve durata al normale deflusso delle acque reflue segnalato dall'Ausino e di sversamenti anomali segnalati non meglio precisati, "che potrebbero verosimilmente avere un impatto negativo sulla qualità delle acque di balneazione o sulla salute dei bagnanti", precisano dall'ente. L'ordinanza sindacale sarà comunicata al Ministero della Salute, alla Regione Campania, all'Asl - Dipartimento di prevenzione Servizio Igiene e Sanità Pubblica, all'ARPAC, ai Carabinieri, all'Ufficio Locale Marittimo di Amalfi, al Responsabile del Settore Demanio.