Coldiretti:a Sant'Apollonia per il consumo consapevole di vino

Degustazioni con la Fisar per scoprire i vitigni campani

coldiretti a sant apollonia per il consumo consapevole di vino
Salerno.  

Degustazioni guidate all'Enoteca Campagna Amica Sant'Apollonia di Salerno con Coldiretti e Fisar, la Federazione Italiana Sommelier. Da venerdì 31 gennaio il vino della Campania protagonista del ciclo di sette appuntamenti DiVinApollonia dedicati alla scoperta dei vigneti campani.  Si parte venerdì 31 gennaio (dalle ore 18:30) con degustazioni guidate di vini del Cilento. Venerdì 14 febbraio sarà la volta dei Vigneti della Costa d'Amalfi.

Il 28 febbraio spazio ai Colli Salernitani mentre da venerdì 13 marzo il viaggio proseguirà attraverso le altre province della Campania con l'Irpinia e il Sannio (venerdì 27 marzo). Il 10 aprile appuntamento “speciale” dedicato agli abbinamenti per il pranzo di Pasqua mentre l’evento si chiuderà venerdì 24 aprile con l'incontro “Terroir a confronto: l'aglianico e le sue terre”. Il Mercato Coperto Campagna Amica a Sant'Apollonia si conferma, dunque, luogo di cultura del buon cibo e del buon vino, polo della sana alimentazione e dei prodotti di eccellenza della Campania.

“Sono corsi di degustazione rivolti soprattutto ai giovani", spiega il direttore di Coldiretti Salerno, Enzo Tropiano, "si parla tanto in questi giorni di movida senza regole e Coldiretti intende contribuire ad una formazione della cultura del buon bere e di una movida di qualità, affermando un consumo responsabile e consapevole del vino, da contrapporre al consumo sregolato di alcol. Un impegno in linea con il progetto sociale di Coldiretti e Campagna Amica che ha l'obiettivo di diffondere la cultura del buon bere senza esagerazioni, promuovendo al contempo le eccellenze dei nostri territori. Senza contare che il binomio vino – turismo è oggi vincente: la produzione di qualità della provincia di Salerno, aziende innovative ed all’avanguardia ed un percorso fatto di storia, cultura e tanta enogastronomia, possono trasformarsi in itinerari di destagionalizzazione per nuovi e qualificati arrivi turistici nella nostra provincia”.