"Young Factory Design", ecco tutti i vincitori

A Cava de' Tirreni la cerimonia di premiazione per giovani professionisti

young factory design ecco tutti i vincitori
Salerno.  

"Harmony Table" di Ivan Lezin per la categoria Young e "Carmencita e Caballero" di Alessandro Gorla per la "pro" sono i vincitori della Young Factory Design, il concorso di idee indirizzato ad architetti, designer e progettisti giunto quest'anno alla terza edizione. La cerimonia al complesso monumentale di San Giovanni Battista di Cava de’ Tirreni: ideato e organizzato dal Gruppo Design, Tessile e Sistema Casa di Confindustria Salerno e patrocinato dagli Ordini degli Architetti di Salerno e Napoli, dall’Ordine degli Ingegneri di Salerno, dall’Associazione per il disegno industriale Campania, è il primo contest di design dove 15 aziende manifatturiere del settore arredo ricercano e creano network con professionisti del mondo del design. Lo scopo del concorso è quello di stimolare i giovani nella ricerca di soluzioni innovative per l'arredo, ricercando nuove possibilità di integrazione tra i materiali di diverse realtà produttive.

“Lo sviluppo del territorio si rilancia anche puntando sul “bello”, sul prodotto di design in cui si coniuga la creatività con la qualità del nostro manifatturiero - ha dichiarato Valeria Prete, presidente del Gruppo Design, Tessile e Sistema Casa di Confindustria Salerno -. Anche quest’anno abbiamo fatto incontrare designer provenienti da tutto il
mondo con aziende salernitane e campane. Da questa contaminazione sono nati prodotti ed oggetti che sono stati messi a catalogo e proposti sul mercato e sono scaturite collaborazioni e contratti di lavoro". 

I numeri: 300 partecipanti provenienti da tutta Italia e dall’estero hanno presentato soluzioni progettuali riguardanti la creazione di linee di arredo o di un singolo prodotto di design del tessile e della ceramica. Oltre 100 progetti di design in gara. La giuria, costituita dal professore Biagio Finizio (presidente), Vincenzo Petrella, Rossella Bicco, Adolfo Senatore, Christian Grande, Pietro Palladino ha decretato i due vincitori delle due sezioni Pro (rivolta a: Architetti, Ingegneri, Designer, Diplomati all’Accademia delle Belle Arti e della moda) e Young (rivolta a: Studenti e laureandi delle Facoltà di Architettura, Ingegneria, Design, Accademia delle Belle Arti e della moda) oltre ad attribuire alcune menzioni.
 
Categoria YOUNG, vincitore Harmony Table di Ivan Lezin (tavolino da caffè), premiato per la maturità della proposta, l'equilibrio delle forme, la sintesi del disegno, la coerenza con la call della Lamberti Design e la correttezza della composizione materica.
Menzione: MOOD di Giuseppe Rosario (armadio per arredo notte) Sollo per l'innovazione della proposta, l'accoppiamento dei materiali e la valorizzazione della lavorazione artigianale dell'azienda Hebanon.


Categoria PRO, vincitore Carmencita e Caballero di Alessandro Gorla, tavolo contenitore da salotto
Presentato per l’azienda Lamberti Design, il progetto risponde alla definizione di design moderno, coniugando estetica e fruibilità. Il tavolo progettato si presta ad essere collocato in molteplici ambienti, anche di stili diversi
Menzioni:
•       The Face, vaso d’arredo di Mario Meola e Alfonso Capurso (per ICS
Future Village)
•       Fibonacci, componente d’arredo di Simona Pieri (per Hebanon)
•       Collezione di piastrelle di Valeria Ghion (per – OPUS Mosaici)

Inoltre l’azienda Manifatture Tessile Prete ha attributo due menzioni a: Aria D’Autunno di Annalisa Bosi (sezione young) e Hatch di Walter Terruso (sezione pro). L’azienda Lamberti Design ha attributo una menzione: Frame di Fabio Bisogno (sezione Pro).