Il salernitano Giudice scrive la storia con l'Italia femminile

Le azzurre conquistano il quarto posto ai mondiali di hockey su pista

il salernitano giudice scrive la storia con l italia femminile
Salerno.  

Il patron Gianfranco Camisa e tutta la Campolongo Hospital Roller Salerno esprimono soddisfazione e gioia per il risultato storico conquistato dalla Nazionale italiana femminile di hockey su pista al Word Roller Games 2019 di Barcellona, il mondiale degli sport rotellistici. Le azzurre, guidate dal ct salernitano Massimo Giudice, hanno portato a casa un quarto posto che mancava dal 1996. Dopo 23 anni, dunque, l’Italia torna tra a essere tra le prime quattro nazionali al mondo e la seconda forza a livello europeo. Nonostante un girone di ferro, le azzurre sono riuscite a farsi valere, battendo sia le vice campionesse d’Europa del Portogallo (3-2) che la Germania (1-0), terza agli scorsi campionati del mondo, per poi arrendersi (9-1) alle vice campionesse del mondo dell’Argentina. Nei quarti di finale l’Italia ha incontrato la Francia, riuscendo a spuntarla 4-3 ai tempi supplementari, conquistando una storica semifinale contro la Spagna. Le azzurre hanno tenuto testa alle sette volte campionesse del mondo e cinque volte regine d’Europa con grande orgoglio, costringendo le iberiche a giocarsi la finale ai supplementari (2-2 nei tempi regolamentari). All’extra time la Spagna è riuscita a sbloccare l’incontro soltanto a due minuti dalla fine, condannando le azzurre (4-2) alla finale per il terzo e quarto posto persa 3-0 contro il Cile.  «È stato un traguardo importantissimo», commenta il ct Massimo Giudice che è anche responsabile tecnico della Campolongo Hospital Roller Salerno. «Dopo i sorteggi ci davano quarti nel girone, noi siamo riusciti a classificarci tra le prime quarte al mondo. Sicuramente, considerato il mondiale disputato, avrebbe fatto piacere conquistare una medaglia ma non posso rimproverare nulla alle mie ragazze che sono state bravissime e hanno onorato fino all’ultimo secondo la maglia azzurra».